Mosajco

Piramide del Louvre - Museo del Louvre Parigi - storia, aneddoti e info turistiche

Weather Venerdi 21 Jul
min: 65° max: 77°
Mostly Cloudy


Dal lunedì al venerdì,
dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 15.30 alle 19.30
+39 06.95558625

Piramide del Louvre

Piramide del Louvre Parigi
Piramide del Louvre Parigi

La piramide e il Grand Louvre. Grande realizzazione d'architettura contemporanea o simbolo esoterico?

La piramide di vetro, che funge da maestoso propileo al museo del Louvre, compie 20 anni!
Nel 1981, solo pochi mesi dopo la sua nomina a presidente della Repubblica Francese, François Mitterand propose di rinnovare e rendere più funzionali le strutture museali del Louvre. Il progetto venne affidato all’architetto sino-americano Ieoh Ming Pei e incontrò da subito numerose difficoltà. La prima fu rappresentata dalla necessità di spostare il Ministero delle Finanze, che aveva sede nell’ala Richelieu, per poter consacrare definitivamente e completamente l’antico palazzo reale a museo. La riluttanza al trasferimento a Bercy, da parte del ministro, creò un po’ di tensione in ambito politico ma i suoi tentativi di opposizione furono vani…ormai il progetto aveva preso il volo.

Così, venti anni di lavoro e un investimento di un miliardo di euro, hanno migliorato la presentazione delle opere e hanno dato vita ad una città sotterranea che, con biglietteria, luoghi di ristoro e boutique di vario genere, è oggi il corollario adeguato ad uno dei più grandi e visitati musei del mondo.

Come accesso alla Ville Louvre, Pei ideò una monumentale piramide di vetro. Naturalmente la creazione di quest’opera tanto imponente e moderna nella vecchia Cour Napoléon diede adito a non poche critiche che definirono il progetto un “Grande Errore”, osteggiando “La geometria glaciale” della Piramide e temendo che queste nuove costruzioni potessero degenerare in una sorta di Disneyland parigina – in un’epoca in cui, tra l’altro, il parco dei divertimenti di Marne la Vallée non esisteva ancora.

Ma come già era successo un secolo prima con la Tour Eiffel, nonostante le critiche aspre, il monumento ha riscosso, sin dall’inaugurazione nel 1989, un gran successo!
Le critiche precedenti alla presentazione della piramide hanno, in seguito, lasciato il posto a strane storie riguardanti il significato più profondo del monumento e le sue eventuali relazioni con il mondo massonico ed esoterico. Il legame tra la costruzione di vetro della Cour Napoléon e i grandi monumenti funerari, simbolo del potere faraonico e dei misteri che ruotano intorno alla cultura egizia, è forte. Secondo taluni, inoltre, la piramide del Louvre sarebbe formata da 666 lastre di vetro, il numero che nell’Apocalisse viene associato a Satana. In realtà, le lastre sono 673. Un'altra leggenda metropolitana vedrebbe nella costruzione della piramide una citazione del simbolo presente sulle rappresentazioni massoniche che proprio per questo motivo sarebbe stato scelto da Mitterand.
Tale forma geometrica, però, può essere messa in relazione piuttosto con l’opera di Pei, che spesso ha prediletto come base delle sue costruzioni forme come il prisma o il cubo, il cui stile è caratterizzato da linee pure, prive di decorazioni e dalla predilezione per materiali freddi come il cemento, il vetro e l’acciaio.

Qualunque sia la verità, non si può però negare che, da quando il Louvre ha riaperto con la nuova veste, le entrate sono più che raddoppiate!

Acquista Ora

BIGLIETTI LOUVRE SALTAFILA DA € 6,99!

Blog di Parigi.it

Qui scoprirete le ultime novità di Parigi.it e inoltre tanti articoli e curiosità sulla capitale francese!


Via al blog di Parigi.it

Racconti di viaggio

Leggi le opinioni ed i suggerimenti di chi è già stato a Parigi, oppure scrivi la recensione del tuo viaggio.


Invia il tuo contributo

Servizi per i disabili

Scopri quali sono le escursioni e le attività idonee ai diversamente abili


Approfondimenti

RIVENDITORE AUTORIZZATO

I NOSTRI PARTNERS

Parigi.it by Cuma Travel s.r.l.
P.IVA IT 07922920637
Telefono: +39 06 955 58 625
E-mail: info@parigi.it

parigi tripadvisor

Pagamenti accettati