Bar e locali dove bere un drink a Parigi

photo via pixabay.com - Bar e locali a Parigi

Quali sono i bar e i locali migliori dove bere un buon drink a Parigi? La capitale francese, si sa, è città di amanti del buon bere, ed oltre a una nutrita presenza di enoteche e cantine, non mancano i locali dove poter trascorrere allegramente la serata sorseggiando un cocktail fatto a regola d'arte.

Da Place Vendôme a Place de la Bastille, passando per il Marais: di cocktail bar, o bar à cocktails come dicono i francesi, Parigi ne è piena. La scelta è davvero difficile, sono talmente tanti che spesso non si sa dove andare. Luoghi famosi, sconosciuti o nascosti, sono molte le scoperte che si possono fare. Che sia un aperitivo o un after dinner l’importante è che non sia un luogo qualsiasi. Perché anche bere un drink in un bar a Parigi rientra di fatto tra le esperienze da non perdere, magari non fondamentali ma pur sempre in grado di arricchire piacevolmente il vostro viaggio. In un paese come la Francia, dove bere e mangiare sono piaceri complementari, praticamente tutti i locali servono qualcosa da sgranocchiare.

La capitale francese è una città dai mille volti e dai mille indirizzi, in grado di soddisfare tutti i gusti e tutte le tasche. E dato che i bar di una città sono importanti (quasi) quanto le sue attrazioni turistiche, ecco una una mini guida per orientarsi tra i tantissimi locali di Parigi.

© HARRY'S NEW YORK BAR
© BAR HEMINGWAY

HARRY'S NEW YORK BAR

Uno dei locali più famosi di Parigi è senza dubbio il leggendario Harry’s New York Bar, il cocktail bar più antico d'Europa. Correva il lontano 1911 quando il fantino americano James Forman "Tod" Sloan ha inaugurato il locale con il nome di New York Bar e assunto il barman scozzese Harry MacElhone, che nel 1923 ha acquistato il bar e cambiato il nome in Harry’s New York Bar, rendendolo un leggendario punto di riferimento parigino. Situato nel centro di Parigi, vicino all'Opera Garnier, è stato per molto tempo il rifugio privilegiato degli expat americani famosi e non. Ha avuto l'onore di dare da bere a Ernest Hemingway e Jean-Paul Sartre. Inoltre, qui George Gershwin sembra abbia composto la melodia di "An American in Paris" e sempre qui si dice che il barman Fernand Petiot abbia inventato il Bloody Mary. L'interno in mogano cubano risale alla metà dell'Ottocento e venne fatto arrivare da un bar di Manhattan nel 1911. Per gli amanti del whisky, propone circa 300 qualità diverse.

Dove: 5 Rue Daunou, 75002.
Metro Quatre Septembre, Opéra

BAR HEMINGWAY

Se vi trovate nei pressi della sontuosa ed elegante Place Vendôme, andate a sorseggiare un ottimo cocktail in uno dei bar più belli di tutta Parigi, situato all’interno del lussuoso Ritz Hotel. Il suo nome è un omaggio allo scrittore statunitense Ernest Hemingway, grande frequentatore del locale ai tempi in cui era ormai famoso. Si narra addirittura che alla fine della Seconda guerra mondiale lo stesso scrittore abbia contribuito alla liberazione del bar dall'occupazione nazista e che poi abbia festeggiato la vittoria scolandosi 51 Martini di fila. Nonostante i lavori di ristrutturazione, il bar offre un ambiente che ha mantenuto il fascino e l'atmosfera di un tempo. L'arredamento è splendido, i cocktail straordinari e il personale impeccabile. Oggi il bar è diretto da uno dei migliori barman del mondo, Colin Peter Field, che ha anche inventato diversi celebri cocktail come il Picasso Martini, l'Highland Cream, il Serendipity e il Clean Dirty Martini.


Dove: Indirizzo: 15 Place Vendôme, 75001
Metro Lamarck - Caulaincourt.

© LE CHINA PARIS
© LITTLE RED DOOR PARIS

LE CHINA

Nel 12° arrondissement, poco distante da Place de la Bastille, si trova Le China, un asian bar decisamente chic che funziona anche come ristorante. Il locale ricrea le atmosfere della Shanghai degli anni '30 con un tocco di modernità: divani trapuntati in pelle stile Chesterfield, pavimento a scacchi bianco e nero, pareti rosse e luci d'atmosfera calde e tenui. La lista dei cocktail comprende sia i grandi classici, per i palati più tradizionalisti, che miscele fantasiose dai sapori esotici, in perfetta sintonia con l'ambiente. Da provare: il Touloum, a base di tequila, maraschino, basilico, lamponi freschi, barbabietola e tabasco; e l'Hemingway Special China, a base di rum scuro, lime, Cointreau e pompelmo fresco. Propone anche dei deliziosi cocktail analcolici e una discreta selezione di vini. Il ristorante serve una cucina asiatica fusion davvero squisita mentre nel seminterrato si tengono concerti gratuiti di musica jazz, blues, pop rock, soul e groove.

Dove: 50 Rue de Charenton, 75012
Metro Ledru-Rollin

LITTLE RED DOOR

Uno dei migliori cocktail bar di Parigi è il Little Red Door, situato in una piccola strada nel quartiere super chic del Marais. Per entrare bisogna bussare alla porticina rossa, varcata la quale si aprirà un mondo fatto di cocktail classici e twist più moderni, da gustare con calma in un ambiente rilassato e particolarmente suggestivo. Il bar è piccolo ed è illuminato da luci soffuse e candele che aggiungono un senso di calore all'atmosfera già accogliente. La carta dei cocktail cambia due volte l'anno per garantire la massima qualità e la freschezza degli ingredienti. Il bar è stato inserito nella lista The World's 50 Best Bars per 7 anni e ha ricevuto numerosi altri premi. Da provare il Modernismo a base di gin Beefeater, noce moscata, champagne, limone e oxalis. Il locale è una delle tappe fondamentali per tutti coloro che hanno bisogno di relax e qualità. Ottimo il rapporto qualità prezzo.

Dove:  60 Rue Charlot, 75003
Metro Filles du Calvaire, Saint-Sébastien - Froissart

SHERRY BUTT

Un altro locale specializzato in cocktail assolutamente da non perdere è lo Sherry Butt, situato in una stradina laterale nel quartiere del Marais, a pochi passi sia da Place des Vosges che da Place de la Bastille. Prende il nome dai barili di rovere per lo sherry usati per invecchiare il whisky. Illuminato da luci soffuse, presenta un'atmosfera da bar newyorkese con colonne rivestite di pietra, divani in pelle nera stile Chesterfield e pochi tavoli per garantire una certa intimità. Si tratta di un posto elegante ma non troppo che si rivolge ad una clientela di intenditori. Offre una straordinaria selezione di whisky e di liquori esotici, soprattutto giapponesi. Propone solo 11 cocktail e la maggior parte degli ingredienti utilizzati sono fatti in casa, come lo sciroppo di pinoli o lo sciroppo di champagne. Da provare il Ronin a base di whisky giapponese, madera con foglie di pandan, sherry oloroso, champagne, sciroppo di tè affumicato e sale nero.

Dove: 20 Rue Beautreillis, 75004
Metro Saint-Paul o Bastille

CANDELARIA

Nella nostra guida non poteva mancare il Candelaria, dove la nightlife ha un sapore tutto messicano. Inaugurato nel 2011, questo locale è sia una taqueria che serve deliziosi tacos, quesadillas e tostadas fatti in casa che un bar di prim'ordine specializzato in cocktail di ispirazione sudamericana preparati con distillati di agave, come il mezcal. Il bar, uno dei più cool della capitale francese, ha una storia breve ma illustre, avendo ricevuto numerosi riconoscimenti tra cui il The World's 50 Best Bars e il Top 10 Bars in Europe. Bisogna conoscerne l'esistenza per trovare questo piccolo bar semi-nascosto che ricorda gli antichi speakeasy, quei locali segreti che negli anni del Proibizionismo vendevano illegalmente alcolici. Si trova nel cuore dell’Haut Marais ed offre un’atmosfera intima e ricercata. Il fiore all’occhiello è la collezione di tequila invecchiate e la ricca lista dei cocktail. Nel fine settimana le serate sono animate dai DJ.

Dove:52 Rue de Saintonge, 75003
Metro Temple, République, Filles du Calvaire, Saint-Sébastien-Froissart

Leggi anche