Concerto di musica classica chiesa della Madeleine

ALLA MADELEINE DI PARIGI DA SETTEMBRE A MAGGIO

La chiesa della Madeleine, situata nell'8° arrondissement, è uno dei monumenti più celebri di Parigi. Non potrete non includerla nel vostro itinerario di visita di Parigi, soprattutto se ci venite per la prima volta. Questa famosa chiesa di Parigi nacque nel 1764 e venne poi più volte modificata nella sua struttura e funzione. Napoleone volle trasformarla in un tempio laico dedicato alla celebrazione del suo esercito, la Grande Armée, dandole la forma di un tempio greco. Successivamente, venne di nuovo e definitivamente riconvertita in chiesa.

Vi sarà sicuramente capitato di vedere un'immagine della Madeleine di Parigi e la ricorderete per il suo peculiare stile neoclassico e per le sue colonne corinzie, progetto che fu ispirato alla Maison Carrée di Nîmes, nel sud della Francia. 
Ma forse non sapete è possibile visitarla in modo "originale", assistendo ad un concerto di musica classica al suo interno. 

Ebbene, non c'è niente di più magico ed emozionante che accomodarsi nel cuore di questa meravigliosa chiesa, di fronte alle suo splendido e monumentale altare, ed ascoltare un suggestivo concerto di violino.

Questi concerti hanno luogo quasi tutto l'anno, con qualche interruzione durante il periodo estivo. L'orchestra che più frequentemente si esibisce in concerto alla Madeleine si chiama "Les Violons de France", con alla guida il famoso violinista francese direttore musicale e solista, Frédéric Moreau. Les Violons de France nel corso di un concerto interpretano generalmente l'opera di Vivaldi "Le Quattro Stagioni" ed in più altri brani famosi di musica classica, tra cui Mozart, Schubert ed Albinoni. Nel periodo natalizio potrete inoltre assistere ai canti di Natale, in aggiunta alla programmazione classica.

Il concerto dura all'incirca 1 ora e 30 minuti.

info evento

DoveMadeleine, in Place de la Madeleine 75008 Paris
Quandoautunno/inverno/primavera
Contattiinfo@parigi.it
costo bigliettounica categoria € 30

© Redazione Parigi.it - 18 settembre 2018

leggi anche