Eventi in Marzo 2023

Anselm Kiefer - Mann Im wald in mostra al Centre Pompidou

MARZO 2023 A PARIGI

A Marzo la primavera festeggia il suo ritorno e Parigi vive al ritmo di numerosi eventi interessanti! Marzo è il mese dei saloni internazionali e delle nuove mostre ma non solo, è anche il mese in cui si festeggia l'anniversario dell'inaugurazione della Tour Eiffel!

Scopri gli eventi a Parigi nel mese di Marzo 2023! Consulta la nostra selezione degli appuntamenti più interessanti che si svolgeranno in città.

ESPOSIZIONI DA NON PERDERE A PARIGI NEL MESE DI MARZO

MOSTRA FRIDA KAHLO AL PALAIS GALLIERA

fino al 5 marzo 2023

Il Palais Galliera dedica una grande mostra alla regina dell'arte messicana Frida Kahlo (1907-1954), una delle artiste più famose e influenti del XX secolo. L'esposizione, allontanandosi dai luoghi comuni associati alla sua personalità, invita il pubblico ad entrare nell'universo, nell'intimità e nella vita dell'artista attraverso oltre 200 oggetti provenienti da Casa Azul, la casa in cui Frida è nata e cresciuta: abiti, accessori, fotografie, lettere, cosmetici, medicinali, corsetti, protesi dipinte a mano... Questi effetti personali furono suggellati quando la pittrice morì nel 1954 dal marito, il pittore messicano Diego Rivera, e riscoperti solo cinquant'anni dopo, nel 2004. La mostra ripercorre il tortuoso cammino che ha portato l'artista a consolidare la sua poetica, superando apparenze e cliché.

Maggiori info: https://www.palaisgalliera.paris.fr/fr/expositions/frida-kahlo-au-dela-des-apparences

MOSTRA GOLD AL MUSÉE YVES SAINT LAURENT

fino al 14 maggio 2023

Il 2022 è un anno importante per Yves Saint Laurent perché ricorre il 60° anniversario della sua prima sfilata e il 5° anniversario del Musée Yves Saint Laurent Paris. Per celebrare al meglio queste due importanti ricorrenze è stata organizzata una grande ed imperdibile mostra che esplora l'uso dell'oro da parte dello stilista francese. Lo stesso couturier scriveva: "Oro, perché offre la purezza e la corrente dell'acqua di sorgente, modellando il corpo fino a che non è altro che una linea". Una vera passione, quasi un'ossessione, quella di Yves Saint Laurent per il prezioso metallo. L'esposizione presenta 40 abiti di alta moda e prêt-à-porter, oltre ad una selezione di accessori, oggetti e gioielli. Dai bottoni sui suoi iconici cappotti agli abiti interamente dorati, tutto racconta la fascinazione di Yves Saint Laurent per questo colore, che è stato fonte di ispirazione artistica per tutta la sua carriera.

Maggiori info: https://museeyslparis.com/expositions/gold

MOSTRA SPLENDEURS DES OASIS D’OUZBÉKISTAN AL LOUVRE

fino al 6 marzo 2023

La mostra conduce il visitatore in un affascinante viaggio in Uzbekistan, nel cuore dell'Asia centrale. Viene presentata un'ampia selezione di capolavori, appositamente restaurati, che non hanno mai lasciato il paese come i dipinti murali della Sala degli Ambasciatori a Samarcanda, le pagine di uno dei più antichi Corani del mondo, i tesori in oro della Battriana (Dalverzin Tepe) e le opere cinquecentesche della famosa scuola di Boukhara. L'esposizione, grazie a prestiti eccezionali dall'Uzbekistan e dai principali musei europei, riunisce quasi 130 opere che invitano a intraprendere un viaggio nello spazio ma anche nel tempo. Il visitatore viene coinvolto in un racconto lungo diciassette secoli che fa luce sul perché questa regione ai confini della Cina e dell'India abbia saputo affascinare Alessandro Magno e i califfi di Baghdad.

Maggiori info: https://www.louvre.fr/en-ce-moment/expositions/splendeurs-des-oasis-d-ouzbekistan-0

MOSTRA MATISSE AL MUSÉE DE L'ORANGERIE

dal 1° marzo al 29 maggio 2023

Tra le innumerevoli mostre che hanno affrontato i diversi periodi della carriera di Henri Matisse, pochissime hanno guardato nello specifico agli anni '30. L'esposizione "Matisse. Cahiers d’art, le tournant des années 30" è dedicata esclusivamente a questo decennio. Nel 1930, Matisse lascia la Francia per un viaggio a Tahiti, segnando così volontariamente una rottura nella sua creazione e dando inizio a una svolta nel suo lavoro.

Dipinti, disegni, stampe, sculture, frammenti di film e numeri della rivista Cahiers d'Art raccontano come l'artista francese uscì dalla crisi creativa che l'aveva colpito a 60 anni per tornare a creare sul cavalletto con nuove tecniche. La mostra, organizzata in collaborazione con il Philadelphia Museum of Art e il Musée Matisse di Nizza, raccoglie diverse opere eccezionali raramente esposte in Francia come "Large Reclining Nude" del 1935 e "Le Chant" del 1938.

Maggiori info: https://www.musee-orangerie.fr/fr/agenda/expositions/matisse-cahiers-dart-le-tournant-des-annees-30

Prenota qui la tua visita salta-fila al Museo del Louvre!

Best-seller

Biglietto ingresso prioritario Museo del Louvre

Acquista il tuo biglietto Louvre salta-fila e risparmia tempo prezioso a Parigi! E' un biglietto digitale, non è necessario stamparlo ma potrai esibire il codice a barre dal tuo smartphone. Si tratta di un biglietto datato ad orario, valido per l'ingresso di 1 giorno alle collezioni permanenti e temporanee (eccetto grandi mostre) del Louvre e del museo Eugène-Delacroix. 

da 20,00€Acquista ora!
Offerta specialeBest-seller

Louvre visita guidata dei principali capolavori con ingresso prioritario

Ideale per chi visita per la prima volta il Louvre, museo straordinario ma vastissimo, e desidera essere guidato in italiano ai suoi più celebri capolavori. Uno dei tour più apprezzati, per la qualtà della visita in piccoli o medi gruppi, l'ottimo rapporto qualità prezzo e l'accesso preferenziale salta-coda in biglietteria.

da 59,00€Prenota ora!

Mostre al Musée d'Orsay

MANET/DEGAS
dal 28 marzo al 23 luglio 2023

La mostra mette a confronto due figure fondamentali della nuova pittura degli anni 1860-80: Édouard Manet (1832-1883) e Edgar Degas (1834-1917). Il raffronto non si limita ad individuarne le analogie, che non mancano per quanto riguarda i soggetti che introdussero, i generi che reinventarono e il modo di rappresentare la realtà. Ma si focalizza pure su ciò che li differenzia o meglio li oppone, rivelando la complicità che realmente li legava. Emerge così l'aspetto eterogeneo e conflittuale della modernità pittorica ma anche il valore della collezione di Degas, in cui Manet ha acquistato sempre più importanza dopo la morte. La mostra, organizzata dai musei d'Orsay e dell'Orangerie insieme al Metropolitan Museum of Art di New York, è ricca di capolavori mai riuniti prima d'ora.

Maggiori info: https://www.musee-orsay.fr/fr/agenda/expositions/manet-degas

PASTELS DU MUSÉE D'ORSAY
dal 14 marzo al 2 luglio 2023

Con questa mostra il Musée d'Orsay presenta un centinaio di pastelli della sua eccezionale collezione, composta da circa 500 opere. Si tratta di una delle più belle raccolte a livello internazionale, dotata, tra l'altro, di un fondo di riferimento di opere maggiori di Edgar Degas e Odilon Redon, artisti che hanno profondamente rinnovato l'arte del pastello ponendola al centro della loro pratica. Il XVIII secolo è considerato l'età d'oro del pastello. Passato di moda durante la Rivoluzione Francese, conobbe una rinascita dalla seconda metà del XIX secolo fino all'inizio del XX secolo. La mostra è strutturata attorno a otto temi principali che mettono in risalto questa rinascita. Dal ritratto alle chimere degli artisti simbolisti, passando per il paesaggio o le trasformazioni sociali, il percorso espositivo riunisce molti capolavori realizzati dai più grandi pastellisti di tutti i tempi.

Maggiori info: https://www.musee-orsay.fr/fr/agenda/expositions/pastels-du-musee-dorsay

Acquista ora il tuo biglietto online!

Biglietto d'ingresso al Museo Orsay

Non perderti i capolavori impressionisti dello straordinario Museo Orsay e le sue interessanti mostre temporanee d'eccezione. Biglietto digitale salta-fila, non è necessario stamparlo ma potrai esibire il codice a barre o qrcode dal tuo smartphone. Valido per un ingresso alle collezioni permanenti e alle mostre*. Ingresso riservato dall'accesso preferenziale dei visitatori già muniti di biglietto.

da 17€Acquista ora!

Biglietto Museo dell'Orangerie

Non perderti i capolavori impressionisti dello straordinario Museo dell'Orangerie. Biglietto digitale salta-fila, non è necessario stamparlo ma potrai esibire il codice a barre o qrcode dal tuo smartphone. Si tratta di un biglietto datato, valido per un ingresso alle collezioni permanenti e alle mostre*.

da 13,50€Acquista ora!

MOSTRA LÉON MONET AL MUSÉE DU LUXEMBOURG

dal 15 marzo al 16 luglio 2023

Al Musée du Luxembourg una mostra inedita dedicata a Léon Monet (1836-1917), il fratello dimenticato di Claude (1840-1926). Chimico, industriale e collezionista d'arte, Léon Monet ha svolto un ruolo decisivo nella carriera dell'artista. Nel 1872, quando quest'ultimo, tornato a Le Havre, dipinse "Impression, soleil levant", Léon fondò la Société Industrielle de Rouen e decise di fornire un sostegno attivo al fratello e ai suoi amici impressionisti. Questi sono gli inizi della costituzione di una notevole collezione di arte moderna. La mostra riunisce un centinaio di opere di Monet, Sisley, Pissarro e Renoir, ma anche libri a colori, campioni di tessuto, stampe giapponesi, documenti d'archivio e numerose fotografie di famiglia. Per la prima volta viene presentato l'energico ritratto che Claude Monet fece del fratello maggiore nel 1874, vibrante testimonianza dell'affetto profondo che univa i due fratelli.

Maggiori info: https://museeduluxembourg.fr/fr/agenda/evenement/leon-monet

© madparis.fr

Mostre al MAD

ANNÉES 80. MODE, DESIGN, GRAPHISME EN FRANCE
fino al 16 aprile 2023

Gli anni '80 hanno risuonato in Francia come un punto di svolta artistico ma anche politico, dall'elezione di François Mitterrand nel 1981 alla caduta del muro di Berlino nel 1989. Dopo il boom economico dei gloriosi anni Trenta, gli anni '80 hanno visto l'emergere di una nuova generazione di creatori che ha influenzato moda, design e grafica in un contesto favorevole alla libertà di espressione. Il mobile non ha più solo una vocazione sociale posta sotto la dualità "forma e funzione", come definito dai pionieri del modernismo, ma diventa "significato, forma e funzione". La moda è segnata dalla diffusione del prêt-à-porter, che interessa l'intera società e sostituisce lo status di couturier con quello di stilista. Il look non è più appannaggio delle tendenze stagionali ma diventa espressione di un linguaggio personale. Nel campo della pubblicità e della grafica invece gli anni '80 segnano l'inizio della comunicazione visiva globale. La mostra ripercorre le tappe di un decennio irripetibile in cui la Francia ha vissuto il suo massimo splendore, nell'era contemporanea, a livello di creatività.

Maggiori info: https://madparis.fr/Annees-80-Mode-design-graphisme-en-France

ETIENNE + ROBIAL. GRAPHISME & COLLECTION, DE FUTUROPOLIS À CANAL+
fino all'11 giugno 2023

Editore, grafico, direttore artistico e insegnante, Étienne Robial è senza dubbio uno dei creatori che, dagli anni '80, ha avuto il maggior impatto nel panorama francese della comunicazione visiva. Fondatore dello studio di produzione On/Off, ha progettato il design audiovisivo di CANAL+ e M6, ha disegnato il logo del Théâtre Marigny e ha realizzato i layout di numerose riviste come Métal Hurlant, Télérama e L'Équipe. Robial ha anche co-fondato negli anni '70 la casa editrice Futuropolis, che ha avuto un'influenza duratura sul panorama dei fumetti francesi. Il suo universo grafico si basa su tre pilastri: forme, colori e alfabeti. Questi tre fondamenti, che insegna ai suoi studenti, sono al centro della sua immensa collezione di libri e oggetti che comprende sia pezzi di design che strumenti utilizzati dai grafici prima dell'avvento del digitale. La mostra vuole creare un dialogo tra i suoi progetti grafici e i pezzi della sua collezione, svelandone le fonti e le influenze.

Maggiori info: https://madparis.fr/Etienne-Robial-Graphisme-collection-de-Futuropolis-a-Canal

MOSTRA DOUCET ET CAMONDO AL MUSÉE NISSIM DE CAMONDO

dal 16 marzo al 3 settembre 2023

Il Musée Nissim de Camondo, in coproduzione con l'Institut national d'histoire de l'art (INHA), presenta una mostra dedicata alla ricca collezione di opere d'arte del XVIII secolo raccolta da Jacques Doucet (1853-1929). Famoso stilista, Doucet fu anche uno dei più importanti collezionisti del suo tempo. Prima di acquistare opere di Pablo Picasso, Marcel Duchamp o Marie Laurencin, raccolse un'importante collezione di dipinti, disegni, sculture e mobili del XVIII secolo. Per accogliere questo prestigioso patrimonio, fece costruire un hôtel particulier in rue Spontini, in cui si trasferì nel 1907. Con sorpresa di tutti, nel 1912, Doucet mise all'asta quasi tutte le sue opere del Settecento. La vendita attirò i più grandi musei, mercanti e collezionisti d'arte, tra cui Moïse de Camondo. L'esposizione rievoca la collezione e le decorazioni effimere dell'hôtel di rue Spontini attraverso disegni, fotografie e documenti d'archivio conservati presso l'INHA. In mostra anche una selezione di opere appartenute a Doucet e conservate al Musée Nissim de Camondo.

Maggiori info: https://madparis.fr/Doucet-et-Camondo-une-passion-pour-le-XVIIIe-siecle

Mostre al Centre Pompidou

GIUSEPPE PENONE DESSINS
fino al 6 marzo 2023

Famoso come scultore legato al movimento artistico dell'Arte Povera, Giuseppe Penone (nato nel 1947 a Garessio, in provincia di Cuneo) ha comunque sempre disegnato. La mostra presenta 241 disegni della cospicua donazione fatta dall'artista italiano al Musée National d'Art Moderne nel 2020, oltre a sei sculture. L’esposizione illustra le diverse fasi del processo creativo dell'artista così come il suo approccio al lavoro seriale.

Maggiori info: https://www.centrepompidou.fr/fr/programme/expositions-musee#586

DÉCADRAGE COLONIAL
fino al 27 marzo 2023

"Non visitare la mostra coloniale": nel 1931, in reazione all'apertura dell'Exposition Coloniale Internationale a Vincennes, i membri del gruppo surrealista denunciarono la politica imperialista della Francia. La mostra si propone di riprendere questo singolare capitolo e gli immaginari visivi generati all'epoca dalla fotografia nella stampa e nell'editoria: fascino pseudoscientifico per le cosiddette "culture altre", feticizzazione ed erotizzazione dei corpi neri, partecipazione al rinnovamento dell'etnografia e contributo allo sviluppo di una nuova immagine della nazione.

Maggiori info: https://www.centrepompidou.fr/fr/programme/expositions-musee#586

SAYED HAIDER RAZA
fino al 15 maggio 2023

Prima presentazione monografica dell'opera del pittore indiano Sayed Haider Raza (1922 – 2016) in Francia, dove ha vissuto e lavorato dal 1950 al 2011, pur mantenendo forti legami con l'India. Membro fondatore del Progressive Artists Group (un gruppo di artisti moderni con sede principalmente a Bombay), Raza si stabilisce a Parigi dal 1950. Dedica la sua ricerca formale alla geometrizzazione del paesaggio in modo espressivo evocando Bernard Buffet, Vincent Van Gogh e Paul Gauguin. Le tappe che segnano lo sviluppo dell'artista, presentate cronologicamente nella mostra, offrono punti di riferimento per comprendere la complessità del progetto indiano moderno e le problematiche che definiscono lo spazio globalizzato della creazione contemporanea.

Maggiori info: https://www.centrepompidou.fr/fr/programme/agenda/evenement/FEzOAXj

GERMAINE RICHIER
dal 1° marzo al 12 giugno 2023

L'esposizione è un omaggio a Germaine Richier (1902-1959), la prima scultrice esposta al Musée National d'Art Moderne nel 1956. La retrospettiva, che riunisce quasi 200 opere (sculture, incisioni, disegni), dimostra quanto Richier occupi una posizione centrale nella storia della scultura moderna. Il percorso espositivo ripercorre cronologicamente la sua traiettoria artistica e fa luce sui grandi temi che hanno alimentato la sua pratica scultorea. Rivela come abbia operato una rivitalizzazione della figura, forgiando nel dopoguerra nuove immagini di uomini e donne.

Maggiori info: https://www.centrepompidou.fr/fr/programme/agenda/evenement/AQyCGJA

Mostre all'Atelier des Lumières

CHAGALL, PARIS - NEW YORK
fino al 7 gennaio 2024

Dopo le esposizioni dedicate a Cézanne e a Kandinsky, l'Ateliers des Lumières, il primo centro di arte digitale e immersiva della capitale francese, ospita la mostra "Chagall, Paris - New-York", che rende omaggio a uno dei più grandi artisti del XX secolo. Parigi e New York, capitali emblematiche dell'arte moderna, rappresentano due tappe cruciali nel percorso di Chagall. Parigi fu la sua città d'elezione, che, grazie alle avanguardie degli anni '10, offrì al giovane pittore di origine russa un terreno fertile per la ricerca sperimentale. New York invece fu un luogo di esilio nei difficili anni '40, che diedero tuttavia nuovo slancio alla creatività dell'artista. Tutta la magia del suo universo creativo si dispiega sulle pareti dell'Atelier accompagnata da brani di musica classica, klezmer (genere musicale tradizionale degli ebrei aschenaziti) o jazz. La mostra è a cura di Gianfranco Iannuzzi, pioniere nella creazione di installazioni artistiche immersive.

Maggiori info: https://www.atelier-lumieres.com/fr/chagall-paris-new-york

PAUL KLEE, PEINDRE LA MUSIQUE
fino al 7 gennaio 2024

Parallelamente all'esposizione dedicata a Chagall, l’Ateliers des Lumières ospita anche la mostra immersiva "Paul Klee, peindre la musique". Considerato uno dei maggiori artisti e forse anche il più inventivo del XX secolo, Klee è stato prima di tutto un musicista: figlio di un pianista-violinista e di una cantante, è diventato lui stesso un grande violinista. Per tutta la vita, la musica ha animato i suoi dipinti e ha fatto parte del suo processo creativo. La mostra rende omaggio alle due passioni di Klee e svela le diverse tecniche pittoriche delle sue opere.

Maggiori info: https://www.atelier-lumieres.com/fr/paul-klee

Mostre al Musée de l'Homme

ARTS ET PRÉHISTOIRE
fino al 22 maggio 2023

L'esposizione "Arts et Préhistoire" offre l'opportunità di scoprire innumerevoli capolavori dell'arte preistorica provenienti da tutto il mondo, ripercorrendo "la forza della creatività umana fin dalla notte dei tempi". La mostra presenta più di 90 pezzi originali risalenti al periodo preistorico, oltre a centinaia di immagini digitali di dipinti e incisioni. Opere emblematiche delle collezioni del Muséum national d'Histoire naturelle come la Venere di Lespugue (una delle più famose rappresentazioni femminili dell'arte preistorica), la Venere impudica di Laugerie-Basse e il mammut de La Madeleine si affiancano a prestiti eccezionali come la Venere di Laussel. Si scoprono inoltre siti affascinanti come quello di Sulawesi, nel Borneo, dove sono stati recentemente scoperti alcuni dei più antichi dipinti figurativi conosciuti (risalenti a 45.000 anni fa).

Maggiori info: https://www.museedelhomme.fr/fr/exposition-evenement/arts-et-prehistoire

PICASSO ET LA PRÉHISTOIRE
fino al 12 giugno 2023

In occasione del cinquantesimo anniversario della morte di Pablo Picasso, che ricorre l'8 aprile 2023, il Musée de l'Homme ospita la mostra "Picasso et la Préhistoire", che riflette su come il genio spagnolo sia stato fortemente influenzato dall'arte rupestre. L'artista ha vissuto in un periodo ricco di scoperte e novità che hanno segnato il suo lavoro. È nato nel 1881, due anni dopo il ritrovamento dei primi dipinti preistorici in Spagna anche se fu solo nel 1902 che furono riconosciuti come arte parietale paleolitica. Invece nel 1922 in una cava ai piedi dei Pireni fu scoperta la Venere di Lespugue, una statuetta in avorio risalente a 25 mila anni fa che aveva affascinato l'artista a tal punto da volerne una copia nel suo atelier. L'interesse di Picasso per la preistoria è particolarmente evidente nelle sue creazioni del periodo tra le due guerre. Come dimostrano i circa quaranta pezzi in esposizione.

Maggiori info: https://www.museedelhomme.fr/fr/exposition/picasso-et-la-prehistoire

Mostre al Musée Picasso

FAITH RINGGOLD
fino al 2 luglio 2023

Figura di spicco dell'arte impegnata e femminista americana, dalle lotte per i diritti civili a quelle di Black Lives Matter, autore di famosissime opere di letteratura per l'infanzia, Faith Ringgold ha sviluppato un'opera che lega il ricco patrimonio dell'Harlem Renaissance (movimento artistico-culturale afroamericano sorto verso l'inizio degli anni venti negli Stati Uniti) all'arte attuale dei giovani artisti neri americani. Conduce, attraverso le sue riletture della storia dell'arte moderna, un dialogo plastico e critico con la scena artistica parigina del primo Novecento, in particolare con Picasso. Questa mostra è la prima a riunire in Francia una serie di grandi opere di Faith Ringgold. Prolunga la retrospettiva a lei dedicata dal New Museum all'inizio del 2022 ed è organizzata in collaborazione con questa istituzione newyorkese.

Maggiori info: https://www.museepicassoparis.fr/fr/faith-ringgold

PIERRE MOIGNARD. MENTIR VRAI
fino al 2 aprile 2023

Il Musée Picasso continua la sua indagine sull'influenza dell'opera di Pablo Picasso nella creazione contemporanea, accogliendo l'artista Pierre Moignard (nato nel 1961 a Tébessa, in Algeria). L'opera pittorica di Moignard si è sviluppata nel corso degli anni '80 controcorrente rispetto alle pratiche artistiche dominanti, in un contesto in cui la pittura figurativa era di scarso interesse per artisti e critici. Moignard incorpora regolarmente nella sua iconografia figure prese in prestito dalla storia dell'arte occidentale. Trasponendo in dipinti i disegni erotici di Picasso scoperti durante la mostra "Le Dernier Picasso" al Centre Pompidou nel 1989, l'artista colloca l'inventiva e la forza formale di queste opere nel nostro presente: "Questi disegni di Picasso sono rimasti con me per molto tempo. Sono diventati una specie di ossessione, e sono riuscito a dare forma a questa ossessione trent'anni dopo (…). Volevo una forma di radicalismo in sintonia con il nostro tempo che si ricolleghi al tragico".

Maggiori info: https://www.museepicassoparis.fr/fr/pierre-moignard-mentir-vrai

CÉLÉBRATION PICASSO, LA COLLECTION PREND DES COULEURS!
dal 7 marzo al 27 agosto 2023

In occasione del cinquantesimo anniversario della morte di Pablo Picasso, che ricorre l'8 aprile 2023, il Musée Picasso ha invitato il famoso designer britannico Sir Paul Smith, noto per il suo spirito creativo che unisce tradizione e modernità, a guidare la direzione artistica di una mostra che mette in scena la collezione del museo. L'approccio unico che il designer apporta alle opere invita il pubblico a considerarle attraverso una lettura più contemporanea e sottolinea il carattere sempre attuale dell'opera di Picasso. Inoltre, gli universi dei due creatori a volte si incontrano, offrendo collegamenti e una disposizione delle opere decisamente inventiva e spettacolare.

Maggiori info: https://www.museepicassoparis.fr/fr/celebration-picasso-la-collection-prend-des-couleurs

MOSTRA GIOVANNI BELLINI AL MUSÉE JACQUEMART-ANDRÉ

dal 3 marzo al 17 luglio 2023

Il Musée Jacquemart-André rende omaggio all'opera di Giovanni Bellini (1433 circa-1516), il padre della pittura veneziana e uno dei nomi più importanti dell'arte rinascimentale italiana. Attraverso una cinquantina di opere provenienti da collezioni pubbliche e private europee, l'esposizione ripercorre la carriera di Bellini e mostra come il suo linguaggio artistico non abbia mai smesso di rinnovarsi, pur conservando un'innegabile originalità.

Il suo approccio fu infatti sempre caratterizzato dal dualismo armonico tra innovazione e tradizione. Appassionato esploratore di nuove tecniche ed approcci, durante la sua lunga vita non smise mai di sperimentare. La mostra, presentando Bellini e il suo contesto artistico, permette di comprendere come il suo linguaggio pittorico sia fatto di corrispondenze e giochi di contaminazioni, che ha sintetizzato magistralmente.

Maggiori info: https://www.musee-jacquemart-andre.com/fr/giovanni-bellini

MOSTRA NÉO-ROMANTIQUES AL MUSÉE MARMOTTAN-MONET

dall'8 marzo al 18 giugno 2023

Con la mostra "Néo-Romantiques, Un moment oublié de l’art moderne 1926-1972" quasi un centinaio di opere provenienti da collezioni private e pubbliche sono state riunite per (ri)scoprire uno dei primi movimenti postmoderni basati sulla messa in discussione dell'astrazione e sul ritorno alla figura. Curata da Patrick Mauriès, l'esposizione rende omaggio agli artisti che hanno partecipato a questo movimento, come il francese Christian Bérard (1902-1949), i russi Pavel Tchelitchew (1898-1957), Eugène (1899-1972) e Leonid Berman (1898-1976 ) e l'olandese Kristians Tonny (1907-1977). Riuniti per la prima volta a Parigi negli anni '20, hanno partecipato alla scena artistica americana, inglese e italiana, creando ponti tra Picasso, il surrealismo, l'arte figurativa del XX secolo e le arti viventi per le quali hanno creato spettacoli memorabili.

Maggiori info: https://www.marmottan.fr/expositions/neo-romantiques/

MOSTRA ELLIOTT ERWITT AL MUSÉE MAILLOL

dal 23 marzo al 15 agosto 2023

La mostra rende omaggio a Elliott Erwitt, uno dei fotografi più importanti del XX secolo, che nel 1953 entrò a far parte della celebre agenzia fotografica Magnum Photos. Il percorso espositivo ripercorre la carriera dell'artista attraverso un eccezionale corredo di fotografie in bianco e nero e a colori realizzate dal 1949 ai primi anni del 2000. Cresciuto tra Italia e Francia, Elliott Erwitt è noto per le sue scene di strada, che ritraggono situazioni ironiche e assurde di tutti i giorni, ma anche per i suoi scatti di personaggi famosi come Marilyn Monroe, Jackie Kennedy, Charles De Gaulle, Che Guevara e Alfred Hitchcock. La mostra esplora una decina di temi definiti dallo stesso artista attraverso i quali i visitatori possono scoprire la sua sensibilità unica.

Maggiori info: https://www.museemaillol.com/expositions/elliott-erwitt/

MOSTRA THOMAS DEMAND AL JEU DE PAUME

fino al 28 maggio 2023

Il Jeu de Paume ospita una mostra dedicata a Thomas Demand, artista tedesco celebre per le sue complesse e inquietanti immagini e che si è imposto all'attenzione della scena artistica internazionale per l'uso innovativo del mezzo fotografico. Le sue immagini sembrano rappresentare il mondo reale ma in verità mantengono con esso solo un fragile rapporto di somiglianza, che tradisce la loro natura effettiva. Demand realizza modelli tridimensionali in carta o cartone che riproducono, a grandezza naturale, frammenti di realtà che, successivamente, registra fotograficamente. In molti casi i soggetti si riferiscono a luoghi in cui si sono verificati eventi di rilevanza storica e sociale come ad esempio la stanza in cui Hitelr scampò ad un attacco (Room, 1994), la camera che Bill Gates occupava ad Harvard (Corner, 1996) o l'archivio cinematografico di Leni Riefenstahl (Archive, 1995).

Maggiori info: https://jeudepaume.org/evenement/exposition-thomas-demand/

MOSTRA HYPERRÉALISME AL MUSÉE MAILLOL

fino al 5 marzo 2023

Dopo Bilbao, Canberra, Rotterdam, Liegi, Lione e Bruxelles, dove ha riscosso un enorme successo, la mostra itinerante "Hyperréalisme. Ceci n’est pas un corps" fa tappa al Musée Maillol in una versione arricchita e in parte inedita. L'iperrealismo è una corrente artistica apparsa negli anni '60 negli Stati Uniti, le cui tecniche sono state esplorate da molti artisti contemporanei. La mostra presenta una serie di sculture che scuotono la nostra visione dell'arte. Realtà, arte o copia? L'artista iperrealista volta le spalle all'astrazione e cerca di ottenere una rappresentazione meticolosa della natura al punto che gli spettatori a volte si chiedono se hanno a che fare con il corpo vivente. Il sottotitolo dell'esposizione fa riferimento alla celebre opera di René Magritte "Ceci n'est pas une pipe", che metteva in discussione il rapporto tra arte e realtà. Alcuni artisti in mostra si sforzano di dare al corpo umano la rappresentazione più fedele e viva possibile mentre altri, al contrario, mettono in discussione la nozione di realtà.

Maggiori info: https://www.museemaillol.com/expositions/hyperrealisme/

Mostre al Musée du quai Branly

CARNETS KANAK
fino al 12 marzo 2023

La mostra è dedicata al meticoloso lavoro investigativo svolto dall’etnologo Roger Boulay nell'arco di due decenni. Boulay, collaboratore dell'Agence du Développement de la Culture Kanak dal 1979 al 1998, fu incaricato da Jean-Marie Tjibaou di catalogare il patrimonio Kanak disperso (IPKD) nei musei e nelle collezioni pubbliche dell'intero mondo. Ha svolto questo importante lavoro in stretta collaborazione con Emmanuel Kasarhérou, ora presidente del Musée du quai Branly. Il meticoloso lavoro di indagine è documentato da oltre 3.000 schizzi e raffinati acquerelli degli oggetti inventariati. Attraverso un dialogo tra i taccuini originali e le opere custodite nel museo, la mostra vuole mettere in luce le tappe, gli attori e la posta in gioco di questa missione colossale.

Maggiori info: https://www.quaibranly.fr/fr/expositions-evenements/au-musee/expositions/details-de-levenement/e/carnets-kanak-38717/

KIMONO
fino al 28 maggio 2023

Abbigliamento emblematico e caratteristico dell'identità del Giappone, il kimono è oggi un capo essenziale della moda. Apparso più di mille anni fa, il kimono – letteralmente "cosa da indossare" – incarna agli occhi dei giapponesi la cultura e la sensibilità nazionale. Fu all'inizio del periodo Edo (1603-1868) che divenne l'abito tradizionale per eccellenza, indossato da tutti i giapponesi, indipendentemente dal loro status sociale o genere. Negli anni Cinquanta dell'Ottocento, con l'apertura del Giappone al commercio estero, fu esportato in un Occidente allora affascinato dal suo carattere esotico. L'entusiasmo suscitato dalla sua forma o dai suoi tessuti trasformò profondamente e radicalmente la moda del continente pochi decenni dopo. La mostra, ideata dal Victoria and Albert Museum di Londra, ripercorre la storia e l'evoluzione del kimono.

Maggiori info: https://www.quaibranly.fr/fr/expositions-evenements/au-musee/expositions/details-de-levenement/e/kimono-39538/

SENGHOR ET LES ARTS
fino al 19 novembre 2023

Ritratto dello scrittore, poeta e statista Léopold Sédar Senghor (1909-2001), attraverso la sua politica culturale dopo l'indipendenza del Senegal. Presidente del Senegal dal 1960 al 1980 e pioniere della Négritude (movimento letterario, culturale e politico che coinvolse scrittori del calibro di Aimé Césaire, Léon-Gontran Damas, Suzanne Césaire, Jane e Paulette Nardal), Senghor ha difeso l'idea di una "civiltà universale", plasmata su quell'autentica relazione tra pari che chiamava "appuntamento del dare e del ricevere". Sotto questa metafora dello scambio, di incrocio culturale, esprime la speranza di unire le tradizioni e di impegnarsi nel dialogo tra culture. Reinventando e de-occidentalizzando la nozione di universale, afferma il ruolo dell'Africa nella scrittura della sua storia. La mostra ripercorre la politica e la diplomazia culturale senegalese all'indomani dell'indipendenza, i suoi maggiori successi nel campo delle arti visive e dello spettacolo ma anche i suoi limiti.

Maggiori info: https://www.quaibranly.fr/fr/expositions-evenements/au-musee/expositions/details-de-levenement/e/senghor-et-les-arts

MOSTRA RÊVE D’EGYPTE AL MUSÉE RODIN

fino al 5 marzo 2023

Per la prima volta il Musée Rodin ospita una mostra che analizza il rapporto di Auguste Rodin con l'arte egizia. Tra il 1893 e il 1917 lo scultore raccolse nella sua villa di Meudon circa un migliaio di oggetti egizi, che mescolò alle sculture del suo studio. "Rêve d’Egypte" riunisce oltre 400 di questi oggetti, tutti restaurati per l'occasione, che testimoniano la grande passione dell'artista per l'Egitto.

I pezzi mostrano l'influenza dell'arte e della cultura egiziana sull'opera dello scultore: il suo modo di rappresentare i corpi, nelle linee, nelle forme e nei soggetti. L'esposizione presenta anche scrittori, artisti, antiquari ed egittologi che guidarono Rodin verso l'Egitto nutrendolo di fonti visive, storie o oggetti.

Maggiori info: https://www.musee-rodin.fr/musee/expositions/reve-degypte

Mostre alla Cité de l'architecture et du patrimoine

PIERRE-LOUIS FALOCI
fino al 29 maggio 2023

La mostra ripercorre la carriera dell'architetto francese Pierre-Louis Faloci, evocando le affinità che legano il cinema alle sue ricerche progettuali. Distante dalle mode, articola la sua pratica attorno alla nozione di "paesaggio globale" che ha sviluppato a lungo nel suo insegnamento e che costituisce la base problematica su cui poggiano le sue convinzioni di architetto. Le sue architetture sono integrate e radicate nei contesti ambientali in cui si iscrivono, contesti affrontati sempre nella loro duplice valenza storico-strutturale e paesaggistico-naturalistica. La mostra presenta, in una scenografia disegnata dallo stesso Faloci, quindici grandi realizzazioni: dall'azienda vinicola di Cacela Velha nel sud del Portogallo all'Ecole d'architecture di Tolosa, dal Centre archéologique di Mont-Beuvray al Musée d'art moderne di Céret.

Maggiori info: https://www.citedelarchitecture.fr/fr/agenda/exposition/pierre-louis-faloci-une-ecologie-du-regard

ART DÉCO FRANCE / AMÉRIQUE DU NORD
fino al 6 marzo 2023

L'esposizione mostra come lo stile Art Déco francese abbia influenzato l'architettura, l'arredamento, lo stile di vita e il gusto dei nordamericani. Questo fenomeno caratterizzato da forme classiche e misurate, di gusto modernista, geometrico e prezioso, durò solo una ventina di anni ma lasciò un segno indelebile a Parigi e nel mondo artistico in generale. Interessò il periodo fra il 1919 e il 1930 in Europa, mentre in America, in particolare negli Stati Uniti, si prolungò fino al 1940. È anche detto Stile 1925 perché ebbe grande diffusione con la Exposition internationale des arts décoratifs et industriels modernes, tenuta a Parigi nel 1925. Con un percorso inedito, incentrato sull'architettura ma anche sulla vita culturale e artistica, la mostra riflette l'incessante dialogo tra Francia e America attorno a questo stile che rivoluzionò il mondo creativo dell'epoca.

Maggiori info: https://www.citedelarchitecture.fr/fr/agenda/exposition/art-deco-france-amerique-du-nord

NOTRE-DAME DE PARIS. DES BÂTISSEURS AUX RESTAURATEURS
fino al 30 giugno 2025

La mostra "Notre-Dame de Paris. Des bâtisseurs aux restaurateurs" è un'occasione eccezionale per (ri)scoprire la cattedrale e la sua storia, dalla costruzione all'odierno cantiere. Il 15 aprile 2019 un impressionante incendio ha devastato la cattedrale. A seguito di questo disastro è stato avviato un importante progetto di restauro. Compagnon, artigiani, architetti, ingegneri e ricercatori si sono mobilitati per riportare in vita l'edificio. Questi uomini e queste donne fanno parte della lunga serie di costruttori che hanno plasmato la storia di questo sito Patrimonio dell'Umanità. L'esposizione permette di scoprire il savoir-faire dei compagnon e degli artigiani che stanno lavorando per restituire la cattedrale alla piena fruibilità e riaprirla al culto.

Maggiori info: https://www.citedelarchitecture.fr/fr/agenda/exposition/notre-dame-de-paris-des-batisseurs-aux-restaurateurs

ALTRI EVENTI DA NON PERDERE A PARIGI NEL MESE DI MARZO

LES DIMANCHES MUSICAUX DE LA MADELEINE

12 e 26 marzo, 2 e 16 aprile, 7 maggio 2023

Chi ama la musica classica non può assolutamente perdersi i concerti (ad ingresso gratuito) della rassegna "Les Dimanches Musicaux de La Madeleine". Hanno luogo più domeniche ogni mese, con la partecipazione di organisti di fama internazionale, nella stupenda Chiesa della Madeleine, uno dei monumenti più celebri della capitale francese. Istituite il 12 gennaio 1986 su iniziativa del canonico Marcel Thorel, le "Dimanches Musicaux" hanno al loro attivo più di 500 concerti. Non c'è niente di più magico ed emozionante che accomodarsi nel cuore di questa incantevole chiesa, di fronte al suo monumentale altare, ed assistere ad un suggestivo concerto di musica classica.

Maggiori Info: http://www.eglise-lamadeleine.com/la-musique

CARNAVAL DES FEMMES

19 marzo 2023

Il Carnaval des Femmes è anche conosciuto come la "Fête des Blanchisseuses", ovvero la Festa delle Lavandaie, perché erano loro che un tempo organizzavano questa sfilata. Le donne vengono proclamate regine e festeggiano per strada mentre gli uomini per essere ammessi alla festa devono travestirsi da donna.

La sfilata parte intorno alle 15:00 da Place du Châtelet e passa per Boulevard de Sébastopol, Rue Saint-Martin e Rue de Rivoli, prima di tornare al punto di partenza. Chiunque può partecipare senza prenotare in anticipo, ma bisogna essere pronti a divertirsi!

Maggiori Info: http://carnaval-des-femmes.org/

CIRCULATION(S) - FESTIVAL DE LA JEUNE PHOTOGRAPHIE EN EUROPE

dal 25 marzo al 21 maggio 2023

Per gli appassionati di fotografia (e non solo) è in programma la 13esima edizione di Circulation(s), il festival de la jeune photographie européenne che anima la primavera parigina con il ritratto dei fermenti più creativi della fotografia contemporanea nata e cresciuta in Europa. Il ricco ed innovativo programma, che mette in discussione i confini tra fotografia e arte contemporanea, prevede come di consueto accanto alle mostre un gran numero di eventi (letture portfolio, incontri con artisti, ecc.). Il festival si tiene presso il centro culturale CENTQUATRE-PARIS.

Maggiori info: https://www.festival-circulations.com/

ART PARIS AL GRAND PALAIS ÉPHÉMÉRE

dal 30 marzo al 2 aprile 2023

Da fine marzo ad inizio aprile è in programma Art Paris, la fiera internazionale che gli appassionati di arte moderna e contemporanea non possono assolutamente perdere. Dalla sua fondazione nel 1999, Art Paris Art Fair è diventata il principale evento di primavera per l’arte moderna e contemporanea a Parigi, tentando di fare da contraltare all’art week autunnale, guidata dalla fiera regina Fiac. L'edizione 2023, con oltre 130 gallerie provenienti da 25 paesi diversi, tra cui alcuni rappresentati per la prima volta, ruota attorno a due temi: "Arte & Impegno: un focus sulla scena francese"; e "Esilio: Espropriazione e Resistenze". Per quattro giorni Parigi diventa la capitale mondiale dell'arte.

Maggiori Info: https://www.artparis.com/fr

SALON INTERNATIONAL DE L’AGRICULTURE

fino al 5 marzo 2023

L'annuale Fiera Internazionale dell'Agricoltura torna a Porte de Versailles a Parigi per riunire i diversi settori di agricoltura e creare scambio e dialogo tra città e campagna. Un evento interessante per gli intenditori del settore ma anche per le famiglie con bambini in visita a Parigi che qui potranno trovare tanti animali, prodotti della terra e stand enogastronomici dalla Francia e dal mondo. La fiera è aperta tutti i giorni dalle ore 9 alle ore 19.

Maggiori Info: https://www.salon-agriculture.com/

PARIS FASHION WEEK WOMEN

fino al 7 marzo 2023

A febbraio la moda torna protagonista a Parigi con l’edizione Autunno/Inverno della Fashion Week, che questa volta vedrà protagonista la moda donna. In occasione di questo grande appuntamento, i più grandi nomi della moda si daranno appuntamento nella capitale francese per presentare le collezioni della prossima stagione. La Fashion Week, o settimana della moda, è un evento internazionale che inizia a New York, passa a Londra, sosta poi a Milano e si conclude a Parigi.

Maggiori Info: https://parisfashionweek.fhcm.paris/fr/

SALON MONDIAL DU TOURISME AL PARIS EXPO PAVILLON 4

dal 16 al 19 marzo 2023

Per chi non ha scelto la meta della prossima vacanza e vuole scoprire le nuove tendenze il Salone Mondiale del Turismo di Parigi può soddisfare ogni desiderio di fuga, anche la più folle! Sia che stiate cercando il relax su una spiaggia paradisiaca, sia che stiate cercando una nuova destinazione culturale in Europa, o una vacanza sportiva sulle montagne francesi o in famiglia in campagna, il Salone Mondiale del Turismo presenta una vasta gamma di offerte turistiche per soggiorni sia lunghi che brevi, in Francia e all'estero. In programma conferenze e mini-workshop con consigli pratici per i viaggiatori.

Maggiori info: https://www.salons-du-tourisme.com/Paris

SALON DES VINS DES VIGNERONS INDÉPENDANTS ALL'ESPACE CHAMPERRET

dal 17 al 19 marzo 2023

Per gli amanti del vino, c'è un evento assolutamente da non perdere, la 30esima edizione del Salon des Vins des Vignerons Indépendants, con la partecipazione di un migliaio di vignaioli indipendenti provenienti da tutta la Francia: alle loro postazioni è possibile assaggiare i vini, ma anche acquistarli. Come rinunciare ad un buon bicchiere di vino francese? Dal Cabernet d’Anjou allo Chardonnay, c'è solo l'imbarazzo della scelta!

Maggiori info: https://www.vigneron-independant.com/

FRANCHISE EXPO PARIS AL PARIS EXPO PORTE DE VERSAILLES

dal 19 al 22 marzo 2023

La fiera dedicata a coloro che sono intenzionati ad aderire a un franchising. Qui troverete imprese provenienti da tutto il mondo con cui intessere legami commerciali ed esperti pronti a chiarire tutti i segreti del franchising e a fornire consigli sull’ottenimento di finanziamenti. Da oltre 35 anni, Franchise Expo supporta i marchi nel loro sviluppo e consente a migliaia di imprenditori di realizzare il loro progetto di business. Quattro giorni di incontri combinati con un ricco programma di conferenze e workshop completamente gratuiti, consentono a tutti i visitatori di progredire nella loro imprenditorialità o nei progetti di investimento.

Maggiori info: https://www.franchiseparis.com/

HARMONIE MUTUELLE SEMI DE PARIS

5 marzo 2023

Il 5 marzo a Parigi è in programma la gara podistica Harmonie Mutuelle Semi de Paris, un'appassionante mezza maratona che ogni anno richiama circa 40mila runners provenienti da ogni parte del mondo. Si tratta del primo grande evento stagionale delle corse su strada francesi. Il tragitto di 21,1 km si snoda lungo i viali del Bois de Vincennes e le strade del 12esimo arrondissement, prima di entrare nel centro della capitale francese per un giro attorno al famoso Hôtel de Ville, il municipio di Parigi. Per gli spettatori il percorso è fiancheggiato da numerose band che suonano musica dal vivo.

Maggiori Info: https://www.harmoniemutuellesemideparis.com/fr

134° ANNIVERSARIO DELLA TOUR EIFFEL

31 marzo 1889 - 31 marzo 2023

Quest’anno ricorre il 134° anniversario dall'inaugurazione della Tour Eiffel, il simbolo dell'amore e il monumento più famoso di Parigi e della Francia intera. Un compleanno speciale, che ci riporta a quel lontano 1889, quando il suo creatore, il visionario Gustave Eiffel, decise di anticipare il battesimo ufficiale, previsto per il 6 maggio dello stesso anno, con un’inaugurazione speciale il 31 marzo. 134 anni dopo la Torre Eiffel è diventata l’orgoglio di Parigi e rimane, ancora oggi, il simbolo del prestigio dell’ingegneria francese a livello mondiale.

Salta la fila e visita la Tour Eiffel!

Best-seller

Biglietto Salita prioritaria alla Tour Eiffel + Crociera sulla Senna

Parti alla scoperta del monumento più famoso al mondo, la Tour Eiffel! 
Sali al 2° piano o Sommet della Torre con ingresso prenotato ad orario e salta-fila in ascesore e scendi poi ai piedi del monumento per una suggestiva crociera sulla Senna. Possibile anche invertire l'ordine dei servizi.

da 44,00€ da 39,00€da € 39!

FESTIVAL DES ARTS MARTIAUX ALL'ACCORHOTELS ARENA

11 marzo 2023

Siete dei grandi fan di Bruce Lee? Allora non potete assolutamente perdervi la 36esima edizione del Festival des Arts Martiaux, la più grande manifestazione nel settore delle arti marziali a livello europeo. Questo evento di successo che attira più di 15.000 visitatori ogni anno riunisce le più grandi star delle arti marziali e degli sport da combattimento. Tantissime le discipline che danno spettacolo con le loro esibizioni: aikidō, kurash, body karate, capoeira, danza del drago, karate, kobudo, krav maga, luta livre, real aikido, jiu-jitsu brasiliano, sambo, vo co truyen e tante altre.

Maggiori Info: http://lefestivaldesartsmartiaux.com/

SALON DU DESSIN AL PALAIS BRONGNIART

dal 22 al 27 marzo 2023

Il Palais Brongniart, storica borsa di Parigi e oggi luogo destinato agli eventi, ospita il Salon du Dessin, l'evento internazionale dedicato al disegno antico, moderno e contemporaneo che catalizza l’attenzione di collezionisti, esperti, curatori, ricercatori e appassionati di tutto il mondo. Divenuto il punto di riferimento più importante nel panorama del collezionismo dei disegni, il festival si presenta come un evento unico, ricco di importanti gallerie ed oltre mille opere su carta e non solo in esposizione. Ad accompagnare il festival una serie di eventi collaterali e di aperture straordinarie.

Maggiori Info: https://www.salondudessin.com/fr/accueil/

Leggi anche