Mostre da non perdere a Parigi

Con pressappoco 150 musei, Parigi è un vero e proprio paradiso per gli amanti dell'arte e della cultura

E nel contesto attuale non c'è niente di meglio della visita di un museo per imparare, stimolare la propria immaginazione o semplicemente sognare. Oltre ad ospitare delle eccezionali collezioni permanenti, i musei parigini organizzano un gran numero di splendide mostre temporanee. Che si tratti dei grandi maestri dell'arte, di un'icona della moda o di una celebre cantante, la capitale francese offre una straordinaria selezione di mostre ma spesso il tempo purtroppo è limitato per riuscire a vederle tutte. La cosa più difficile è ... scegliere quale mostra visitare!


Abbiamo selezionato le mostre da vedere assolutamente a Parigi nella stagione 2020/2021, che da sole valgono un biglietto per un weekend nella Ville Lumière!

Principali mostre a Parigi nella stagione 2020-2021

Matisse, comme un roman al Centre Pompidou

dal 21 ottobre 2020 al 22 febbraio 2021

Henri Matisse, nome di riferimento della corrente artistica dei Fauves nonché uno dei pittori più importanti del Novecento, è il protagonista di un'imperdibile mostra allestita al Centre Pompidou in occasione del centocinquantesimo anniversario della sua nascita. L'esposizione, che riprende il titolo dell'opera "Henri Matisse, Roman" pubblicata nel 1971 dal poeta francese Louis Aragon, evidenzia i legami di fusione tra il lavoro del pittore e la letteratura. Lo stesso Matisse nel 1942 dichiarò: "L’importanza di un artista si misura con la quantità di nuovi segni da lui introdotti nel linguaggio plastico".

Il suo lavoro, destinato a sconvolgere lo sguardo moderno, si esprimeva attraverso una varietà di tecniche: pittura, disegno, scultura e libri illustrati. La mostra riunisce opere essenziali che esplorano l'intreccio testo/immagine ed offrono una lettura singolare della sua creazione. Il percorso espositivo è suddiviso in nove capitoli, ognuno dei quali dedicato a un momento specifico della vita e della carriera di Matisse: dai suoi esordi, intorno al 1890, fino ai lavori conclusivi degli anni Cinquanta. Le opere in mostra provengono dalla collezione del Musée National d’Art Moderne, a cui si aggiungono importanti prestiti internazionali.


Maggiori info: https://www.centrepompidou.fr/

Gabrielle Chanel. Manifeste de mode al Palais Galliera

dal 1° ottobre 2020 al 14 marzo 2021

 Per tutti gli appassionati di moda, ma anche per i semplici curiosi, una delle mostre parigine da non perdere è senza dubbio la retrospettiva che il Palais Galliéra dedica a Mademoiselle Coco Chanel, la prima dedicata al lavoro della couturier visionaria che ha rivoluzionato il mondo della moda, creando uno stile senza tempo. Spaziando dagli inizi della casa di moda negli anni '10 fino alla collezione finale di Gabrielle Chanel nel 1971, la mostra illustra lo sviluppo del suo stile, l'emergere dei suoi codici e il suo contributo alla storia del costume.

 La retrospettiva presenta oltre 350 pezzi tra abiti, fotografie, reperti d’archivio e oggetti provenienti dagli archivi Chanel e dalle collezioni del museo, oltre che da musei e collezioni private di tutto il mondo, fra cui anche quella di Hamish Bowles di Vogue. Tra i pezzi che si possono ammirare: la famosa marinière in jersey del 1916, i tailleur in tweed, la mitica ed eterna borsa 2.55, le décolleté bicolore, la bigiotteria e i raffinati gioielli come la spilla di diamanti Comète del 1932. Oltre ad abiti e accessori, non poteva mancare l'iconica fragranza N° 5 creata nel 1921, quintessenza dello spirito di Chanel, a cui è dedicata un’intera sala.

Divas. D'Oum Kalthoum à Dalida all'Istituto del Mondo Arabo

dal 27 gennaio 2021 al 25 luglio 2021

 L'Institut du Monde Arabe rende omaggio alle più grandi artiste delle musica e del cinema arabo del XX secolo con la mostra "Divas. D'Oum Kalthoum à Dalida", che celebra sia la loro storia che il loro patrimonio contemporaneo. Attraverso fotografie, spesso inedite, estratti di film o concerti leggendari, manifesti cinematografici, stravaganti abiti di scena, oggetti personali e interviste rare, l'esposizione dipinge ritratti epici e sorprendenti di queste incredibili cantanti ed attrici che sono state le voci e i volti del mondo arabo dagli anni '20 agli anni '70.

 Ma chi sono queste dive arabe? Oum Kalthoum, Warda al-Djazaïria, Asmahan, Fayrouz, Laila Mourad, Samia Gamal, Souad Hosni, Sabah, senza dimenticare la giovanissima Dalida. Attraverso queste dive, la mostra illustra la storia sociale delle donne arabe e la nascita del femminismo all'interno di queste società patriarcali, la loro partecipazione al panarabismo, le lotte per l'indipendenza nei contesti di colonizzazione e di decolonizzazione, e soprattutto il loro ruolo nei diversi ambiti artistici che hanno contribuito a rivoluzionare. La parte finale della mostra presenta le opinioni degli artisti di oggi riguardo queste donne, la cui eredità è fonte di ispirazione per un'intera nuova generazione.

 Maggiori info: https://www.imarabe.org/fr/expositions/divas-arabes

 

Picasso - Rodin al Museo Picasso e al Museo Rodin

dal 9 febbraio 2021 al 18 luglio 2021

 La mostra "Picasso-Rodin", organizzata dal Musée Picasso e dal Musée Rodin, propone un confronto senza precedenti tra il pittore spagnolo e lo scultore francese, due grandi artisti le cui invenzioni formali hanno segnato una svolta nell'arte moderna. Presentata contemporaneamente in tutt'e due le istituzioni, l'esposizione svela un dialogo tra i due artisti e le molteplici sfaccettature di questa inaspettata convergenza nei loro processi creativi. La mostra evidenzia legami artistici già noti ma anche nuove caratteristiche che hanno in comune come il lavoro in serie, la sperimentazione o la distorsione delle forme.

 Le mostre si completano a vicenda, ciascuna incentrata su un diverso aspetto artistico: il Musée Rodin presenta le soluzioni plastiche inventate dai due artisti per rappresentare la realtà mentre il Musée Picasso si concentra sulla sfera più intima, quella della creazione nei laboratori dei rispettivi studi. Riunendo gli svariati ambiti di produzione (pittura, scultura, ceramica, arti grafiche e fotografia), il percorso espositivo mostra la ricchezza dei processi artistici: dall'assemblaggio al recupero dei materiali, dal rapporto con lo spazio e il tempo al gusto per l'incompiuto. Particolare importanza è data a due luoghi emblematici: lo studio di Rodin a Meudon e quello di Picasso a Boisgeloup.

 Maggiori info: https://www.museepicassoparis.fr/fr/picasso-rodin

©presse.fondationlouisvuitton.fr

La Collection Morozov alla Fondazione Louis Vuitton

dal 24 febbraio 2021 al 25 luglio 2021

 Tra le mostre più interessanti della stagione 2020/21 troviamo anche l’esposizione che la Fondation Louis Vuitton dedica alla Collezione Morozov, una delle più grandi collezioni private di arte moderna al mondo. Grandi mecenati e collezionisti d’arte instancabili, i fratelli Ivan e Mikhail Morozov hanno dominato la vita culturale moscovita all'inizio del XX secolo, inventando il concetto di filantropia artistica. Il loro merito è stato quello di scoprire i grandi capolavori di inizio secolo.

 La straordinaria e prestigiosa raccolta, presentata per la prima volta fuori dalla Russia, riunisce opere di arte moderna francese e di arte moderna russa con artisti del calibro di

Henri Matisse, Paul Cézanne, Paul Gauguin, Pierre-Auguste Renoir, Claude Monet, Edgar Degas, Marc Chagall, Kazimir Malevich e Mikhail Larionov, solo per citarne alcuni. La mostra, organizzata in collaborazione con il Museo Statale Hermitage di San Pietroburgo, il Museo Puškin e la Galleria Statale Tretyakov di Mosca, presenta circa un centinaio di capolavori di questa meravigliosa collezione.

Maggiori info: https://www.fondationlouisvuitton.fr/fr

Leggi anche