Pass Sanitario e Pass Vaccinale Covid-19 Francia

Parigi.it by Cuma Travel s.r.l.

 ultimo aggiornamento: 24/01/2022

Francia: introduzione del Pass Vaccinale dal 24 gennaio 2022

Il pass vaccinale sostituisce il pass sanitario per tutte le persone a partire dai 16 anni di età ed è obbligatorio per accedere agli stessi luoghi precedentemente soggetti al pass sanitario: attività ricreative, musei, teatri, ristoranti e bar, cinema, sale per spettacoli, concerti, fiere, seminari, trasporti interregionali e a lunga percorrenza.
L'accesso agli ospedali e alle case di cura resta comunque possibile con un pass sanitario. Il test negativo di meno di 24 ore non è più valido ai fini dell'ottenimento del pass, eccetto per i ragazzi di età compresa tra i 12 e 15 anni.

L'equivalente del Pass Vaccinale Francese in Italia è il Super Green Pass o Green Pass rafforzato, in quanto anch'esso non include l’effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare come certificazione valida. Vi sono tuttavia alcune differenze relative al completamento del ciclo vaccinale e alla validità del certificato di guarigione.
Per i ragazzi di età compresa tra i 12 e 15 anni resta valido il pass sanitario: vaccinazione, guarigione o test negativo di -24 ore.
Alcun pass è richiesto per i minori di 12 anni di età.

Cos'è il pass vaccinale e a cosa serve?

  • Il pass vaccinale consiste nella presentazione digitale o cartacea di un certificato sanitario che attesti una delle seguenti condizioni: un ciclo vaccinale completo (secondo i criteri stabiliti dal governo francese), un certificato di guarigione inferiore ai sei mesi o un certificato di controindicazione alla vaccinazione. 
  • Il pass sanitario Covid-19 è obbligatorio in Francia per accedere alla gran parte dei luoghi pubblici
  • Il pass sanitario deve essere sempre accompagnato da un documento d'identità valido.

Chi deve averlo e da quando è in vigore?

Il pass vaccinale è obbligatorio per accedere a:

  • luoghi di svago e attività ricreative;

  • attività di ristorazione commerciale, café, bar e ristoranti, anche all'aperto. Eccezioni: ristorazione collettiva o di piatti pronti da asporto, ristorazione professionale stradale e ferroviaria, servizio in camera di ristoranti e bar d'albergo e ristorazione non commerciale, in particolare la distribuzione gratuita di pasti;

  • fiere ed esposizioni e seminari professionali;

  • viaggi a lunga percorrenza con il trasporto pubblico interregionale (voli nazionali, viaggi in TGV, treni Intercity e notturni, autobus interregionali);

  • grandi magazzini e centri commerciali di oltre 20.000 m², per decisione del prefetto del dipartimento, quando le loro caratteristiche e la gravità dei rischi di contaminazione lo giustifichino, in condizioni che garantiscano l'accesso delle persone ai beni e servizi essenziali nonché al mezzi di trasporto accessibili all'interno dei confini di questi negozi e centri;

  • impianti di risalita nelle stazioni sciistiche;
  • accesso alle strutture ricettive come campeggi o villaggi turistici con un unico controllo all'inizio del soggiorno.

Il pass vaccinale è obbligatorio per tutti, residenti in Francia e non, a partire da 16 anni compiuti. 

Hotel e alloggi turistici in Francia. Il pass vaccinale è richiesto in tutte le strutture ricettive che offrono la colazione o ristorazione, attività o aree comuni ( cucina, piscina, spa, etc). Il pass sarà richiesto per accedere al ristorante, al bar o alla sala colazione. Non sarà obbligatorio pertanto per le strutture che offrono solo alloggio (es. appartamenti fittati da privati o case vacanza), senza altri servizi, soluzione che consente ai turisti di evitare i contatti con altre persone.  

Come ottenerlo?

I residenti in Francia possono scaricare il pass sanitario digitale attraverso l'applicazione TousAntiCovid, mentre i visitatori provenienti da altri paesi europei possono esibire l'Eu Digital Covid Certificate (fortemente raccomandato grazie al QR code univoco leggibile in tutti gli Stati membri Ue) o un altro tipo di certificato ufficiale. 
I residenti in Italia possono scaricare la Certificazione Verde tramite Tessera Sanitaria o identità digitale (Spid/Cie), tramite AppImmuni o App IO (maggiori info qui). Il Super Green Pass italiano è valido come pass vaccinale se sono soddisfatti i criteri stabiliti dal governo francese relativamente alla dose di richiamo e alla validità del certificato di guarigione.

Affinché il proprio pass vaccinale sia convalidato, una delle seguenti 2 condizioni deve esser soddisfatta e certificata:

Sono vaccinato contro il Covid-19

Nuove regole sul richiamo in vigore dal 15 gennaio 2022

Se hai più di 18 anni, hai diritto a un'iniezione di richiamo tre mesi dopo l'ultima iniezione o infezione. 

Le nuove regole in vigore dal 15 gennaio 2022 stabiliscono che:

  • - se hai ricevuto 2 dosi di vaccino, devi fare il richiamo entro e non oltre 7 mesi dopo la seconda iniezione;
  • - se hai avuto il Covid-19 e poi hai ricevuto una singola dose di vaccino (AstreZeneca, Pfizer, Moderna), devi fare il richiamo entro e non oltre 7 mesi dopo l'iniezione;
    - se ha ricevuto una dose di vaccino e ha avuto Covid-19 più di 15 giorni dopo l'iniezione, deve fare il richiamo entro e non oltre 6 mesi dall'infezione;
    - se ha avuto Covid-19 e ha ricevuto una dose di Janssen dopo l'infezione, deve fare il richiamo entro e non oltre 2 mesi dopo l'iniezione;
    - se non sei ancora idoneo per la dose di richiamo, il tuo certificato di vaccinazione per il programma vaccinale iniziale (dose singola o due dosi) rimane valido.
    Attenzione! Dal 15 febbraio 2022 l'intervallo limite per la dose di richiamo passerà da 7 mesi (come indicato nell'infografica GOUVERNEMENT) a 4 mesi.



Sono guarito dal Covid-19

 Il certificato sanitario che attesta la guarigione dalla patologia, deve riportare la data del primo test RT-PCR o antigenico con risultato positivo. In Francia, per ottenere la convalida del pass come certificato di guarigione , devono essere trascorsi almeno 11 giorni dalla data del primo test positivo e non oltre 6 mesi. Dopo 11 giorni dal primo test infatti, non vi sarebbero più rischi di trasmissione del virus. Un autotest non fornisce un certificato di guarigione.

Come nel caso della vaccinazione, potrai esibire all'ingresso di ogni museo o sito turistico, il proprio Green Pass "Eu Digital Covid Certificate" dotato di qr code, in formato digitale o cartaceo.

Le persone che sono risultate positive al Covid-19 prima di poter ricevere la dose di richiamo possono utilizzare il proprio certificato di guarigione in modo che il loro "pass sanitario" rimanga valido in attesa della dose di richiamo. Si raccomanda comunque di assumere la dose di richiamo già 3 mesi dopo l'infezione.

Puoi recuperare il tuo certificato di guarigione/risultato positivo del test, sia sulla piattaforma SI-DEP (sidep.gouv.fr) utilizzando il link inviato via e-mail e/o SMS, sia direttamente da un medico di laboratorio di biologia o da un professionista sanitario autorizzato per effettuare delle prove. E' possibile esibirlo sia in versione digitale che cartacea.

Attenzione! Vaccinazione obbligatoria se trascorsi oltre 6 mesi dall'infezione. 

Il test con risultato negativo non è più accettato nel pass*

Il test (PCR o antigenico) effettuato meno di 24 ore prima con risultato negativo non è più valido ai fini dell'ottenimento del pass a partire dal 24 gennaio 2022, eccetto per i ragazzi di età compresa tra i 12 e i 15 anni (per i quali per loro valgono le precedenti regole del "pass sanitario").

Una certificazione ufficiale di controindicazione al vaccino è inoltre accettata come prova alternativa e può essere presentata nei luoghi, servizi, stabilimenti ed eventi dove è richiesto il pass vaccinale”.

Al di sotto dei 12 anni non vi è alcun obbligo di pass sanitario o vaccinale.

Che differenza c'è tra Pass Sanitario e Pass Vaccinale in Francia?

Il pass vaccinale non va confuso con il pass sanitario in vigore in Francia dal 9 giugno 2021 e introdotto a livello europeo il 1 luglio 2021.

  •  Il pass sanitario è valido con una di queste 3 certificazioni: 
    1) prova di un programma vaccinale completo 
    2) un test PCR o antigene negativo di età inferiore a 24 ore
    3) test PCR positivo di età inferiore a 6 mesi (che funge da certificato di guarigione)
  •  Il pass vaccinale invece si ottiene solo con questi 2 certificati:
    1) prova di un programma vaccinale completo
    2) risultato di un test PCR positivo con data inferiore a 6 mesi (che funge da certificato di guarigione).

In entrambi i casi un certificato di controindicazione alla vaccinazione permette di avere un pass valido.

È necessario un pass vaccinale nei trasporti (treno, TGV, aereo)?

Sarà necessario presentare un pass di vaccinazione per accedere ai trasporti interregionali (TGV, Ouigo, Intercités, ecc.). Ma i viaggiatori che non hanno un pass vaccinale possono presentare un test negativo in caso di impellenti motivi familiari o di salute. L'accesso a un aereo per un volo domestico è anche subordinato anche alla presentazione di un pass vaccinale.

Le informazioni contenute in questa pagina potrebbero cambiare. Per ulteriori informazioni e aggiornamenti sul pass sanitario, vi invitiamo a visitare il sito web ufficiale del Governo francese.

Leggi anche