Castello e giardini Villandry

Il castello di Villandry, nella regione Centre Val de Loire, è un castello rinascimentale situato nel cuore di tre livelli di giardini a terrazza. È l'ultimo dei grandi castelli rinascimentali costruiti sulle rive della Loira. Eccellente per l'armonia della sua architettura e dei suoi giardini, Villandry è proprio grazie ai suoi giardini ornamentali che è così noto e ammirato: simboli musicali ma anche e soprattutto cuori, volute, farfalle, ventagli… allegorie dell'amore tenero, dell'amore appassionato, dell'amore instabile e dell'amore tragico.

Villandry, l'ultimo capolavoro del rinascimento nella Loira...

Il castello di Villandry, completato nel 1536,  fu l'ultimo dei castelli di grandi dimensioni costruita sulle rive della Loira durante il Rinascimento. Villandry fu costruito da Jean le Breton, uno dei ministri delle Finanze François I, il cui stemma è visibile sul frontone sinistra dell'abbaino.
Al fine di costruire il castello attuale, Jean Le Breton rase al suolo un antico castello del 12 ° secolo, di cui conservò solo la vecchia torre che si vede dietro il cortile principale.
Il 4 luglio 1189, in questo castello fu firmata la "Paix de Colombiers" (nome di Villandry durante il Medioevo). Questo evento si riferisce al momento in cui Enrico II Plantageneto, il re d'Inghilterra, riconobbe la sua sconfitta prima di Philippe Auguste, il re di Francia.
Nel 1754 Villandry divenne proprietà del Marchese de Castellane, ambasciatore del re, che proveniva da una nobile famiglia molto illustre della Provenza e che costruì le dependances in stile classico ai lati del cortile anteriore. Egli ridisegnò anche l'interno del castello per soddisfare gli standard di comfort del 18 ° secolo.
I giardini tradizionali furono distrutti nel 19 ° secolo per creare un parco in stile inglese attorno al castello (nello stile del Parco Monceau a Parigi).
Nel 1906 il castello fu acquistato dal dottor Joachim Carvallo, nato in Spagna nel 1869, e che è il bisnonno degli attuali proprietari. Egli lasciò la sua brillante carriera scientifica con il professor Charles Richet, il vincitore del Premio Nobel nel 1913, per dedicarsi interamente alla Villandry per riportarlo allo splendore autentico del rinascimento. Riuscì così grazie ad un team di 1000 costruttori a salvare il castello, che era sul punto di essere demolito e diede vita agli incatevoli attuali giardini, in completa armonia con l'architettura rinascimentale del castello.

Sito ufficiale Château et jardins de Villandry

info pratiche
orari e giorni apertura giardiniI giardini sono aperti tutti i giorni dell′anno a partire dalle 09:00 fino alle 17:00, 18:00 o 19:30 a seconda del periodo
orari e giorni apertura castelloAperto a partire dalle ore 09:00 dal 11 febbraio al 11 novembre e durante le vacanze di Natale. orari di chiusura variabili a seconda del periodo
Altre infoTel.:
Accessibilità:
Audioguida: € 4
come arrivare al castello di villandry
Come arrivare in auto: Da Parigi (240 Km): A10 uscita n.24 (Joué-lès-Tours) poi A85, direzione Saumur, uscita n.8 (Villandry).
Da Nantes: A11 poi A85 uscita n°8 (Villandry).
Come arrivare in treno:  Stazione ferroviaria TGV più vicina: Stazione ferroviaria di Tours o Saint-Pierre-des-Corps (a 20mn in auto dalla tenuta).
Da Tours: Taxi, navetta “Filo Verde„ tutti i giorni in luglio ed agosto o in bicicletta, seguendo l′itinerario “Loire à Vélo ” (Loira in bicicletta)„ (15 Km)

tariffe biglietti d'ingresso al castello e ai giardini

Castello e Giardini

intero€ 10
ridotto (dagli 8 ai 18 anni,
studenti sotto i 26 anni su presentazione della tessera)
€ 6,50
gratuitàbambini minori di 8 anni

Giardini

intero€ 6,50
ridotto (dagli 8 ai 18 anni,
studenti sotto i 26 anni su presentazione della tessera)
€ 4,50
gratuitàbambini minori di 8 anni
leggi anche