Le migliori pizzerie di Parigi

photo via pixabay.com

Dove mangiare la pizza a Parigi

Se anche voi siete tra quelli che non possono rinunciare per niente al mondo alla pizza, a Parigi non avete che l’imbarazzo della scelta. Certo, per noi italiani che siamo abituati a gustarla nella sua versione napoletana o in quella più contemporanea in chiave gourmet, trovare una buona pizzeria all'estero non è affatto semplice. Ma la pizza ormai è un piatto planetario e delle ottime pizzerie si possono trovare ovunque e non solo in Italia, anche se a Parigi ci tocca sentire i francesi che la chiamano "pitzà".

La capitale francese è una città molto grande e di pizzerie ce ne sono davvero tante ma il vero problema sta nel riuscire a trovarne di buona qualità, perché in una città come Parigi che ospita miliardi di turisti ogni anno l'insidia si nasconde dietro l’angolo. Per evitarvi brutte sorprese abbiamo selezionato le pizzerie di Parigi che non vi faranno rimpiangere l’Italia.

© photo via mioposto.fr
©Varoli via https://bijou-paris.fr/

MIO POSTO

Assolutamente da non perdere Mio Posto, ristorante e pizzeria napoletana con forno a legna nel Quartier de la Roquette, a pochi passi da Place de la Bastille, uno dei simboli e dei principali luoghi storici di Parigi. Qui l’impasto della pizza, preparato esclusivamente con farina e lievito italiani, viene lasciato riposare per 72 ore per garantire pizze leggere e croccanti. Anche gli ingredienti, rigorosamente freschi di stagione, vengono selezionati dai migliori produttori italiani. Da provare: la Napoli con pomodori San Marzano alla griglia, mozzarella di bufala, alici di Cetara e pomodori datterino; e la Valtellina con mozzarella, Gorgonzola DOP, bresaola della Valtellina, zucchine grigliate e pinoli tostati. E se avete voglia di mangiare della buona pasta fatta in casa il ristorante propone anche deliziosi piatti come le linguine alle vongole e le pappardelle con crema di tartufo bianco.

Dove: 24 Rue Keller, 75011 Paris. 

BIJOU

 Una delle migliori pizzerie di Parigi è senza dubbio Bijou, la pizzeria dello chef pizzaiolo Gennaro Nasti, napoletano verace che ormai da anni ha portato i suoi impasti e condimenti nella capitale francese. Il segreto del suo successo sono gli abbinamenti, derivati dalla sua lunga esperienza in giro tra l’America e l’Europa. Ha avuto addirittura l'idea di omaggiare i francesi creando un impasto di semola di grano duro con il 70% di base champagne e dieci ore di lievitazione. Ha aperto nel 2016 nel cuore del famoso quartiere di Montmartre e da allora offre ai parigini pizze preparate con amore ed utilizzando solo ingredienti di qualità e stagionali, motivo per cui il menù varia spesso durante l'anno. Non mancano cantina di rilievo e mixology in abbinamento. I prezzi non sono economici ma ne vale veramente la pena.

Dove: 10 Rue Dancourt, 75018 Paris

© photo via bigmammagroup.com
© photo via https://iovines.com/

PIZZERIA POPOLARE

Se amate la pizza napoletana non potete assolutamente perdervi quella di Pizzeria Popolare, un'autentica pizzeria, calorosa ed accogliente, dove come a Napoli si può gustare una deliziosa Margherita cotta in forno a legna con pomodori San Marzano, fior di latte e basilico fresco. Situata nel Quartier du Sentier, nel 2° arrondissement, la pizzeria fa parte del gruppo Big Mamma fondato soltanto nel 2015 dai due francesi Victor Lugger & Tigrane Seydoux e che nel giro di poco tempo ha invaso tutta Parigi con i suoi locali. Qui vengono utilizzati solo prodotti genuini che arrivano direttamente dall'Italia tre volte a settimana, senza passare dai distributori. Da provare la Pizza Double Truffe con tartufo fresco e funghi champignon. C'è sempre un po’ di fila e si può prenotare solo a pranzo ma non spaventatevi, l'attesa vale la pena.

Dove: 111 Rue Réaumur, 75002 Paris

PIZZERIA IOVINE'S

Un altro nome da segnare è Iovine’s, una piccola catena di pizzerie napoletane che porta il nome del suo fondatore, lo chef partenopeo Nicola Iovine, che insieme al fratello Emanuele nel 2015 decide di aprire la sua prima pizzeria a Parigi in Rue du Colonel Driant, a pochi passi dal Louvre, per poi conquistare altri angoli importanti della capitale francese. Proveniente da una famiglia di pizzaioli, lo chef ha girato tutta l'Italia per offrire ai parigini il meglio dei sapori Made in Italy: pomodori San Marzano, mortadella di Modena e olive nere di Gaeta, solo per citare alcuni degli ingredienti che vengono utilizzati. Da provare La Iovine's con fior di latte, pomodorini del Vesuvio, prosciutto di Parma DOP stagionato 24 mesi, scaglie di Parmigiano Reggiano e olio extra vergine di oliva biologico. Inoltre tra i dolci c’è anche la pastiera napoletana.

Dove: 7Bis Rue du Colonel Driant, 75001 Paris

PIZZERIA O'SCIÀ

Una delle migliori pizze della città la potete mangiare da O' Scià, pizzeria napoletana con due indirizzi a Parigi: uno al numero 42 di Rue Tiquetonne, nel 2° arrondissement, e uno al numero 30 di Rue Le Peletier, nel 9° arrondissement. Il segreto del loro successo è il pizzaiolo venuto direttamente da Napoli e la passione per l'arte della pizza. I proprietari sono di Lampedusa, infatti, il termine O' Scià è un'espressione simbolo del dialetto lampedusano: significa "fiato mio" e viene comunemente usata dagli abitanti dell'isola come forma di saluto amichevole. O' Scià propone tutto quello che trovereste in una pizzeria partenopea, antipasti e dolci compresi. La loro pizza è frutto della ricerca e della qualità degli ingredienti, accompagnata da una ricca carta dei vini. Da non perdere la pizza O' Scià con salsa di pomodoro, mozzarella, melanzane fritte, Parmigiano e basilico.

Dove: 142 Rue Tiquetonne, 75002 Paris

SIMONETTA

Un altro indirizzo da segnare è quello di Simonetta, un ristorante-pizzeria situato lungo il Canal de l'Ourcq, nei pressi del Parc de la Villette a nord-est di Parigi, che propone piatti semplici e gustosi al 100% italiani. Anche qui l'attenzione è rivolta all'impasto per garantire una pizza ad alta digeribilità, friabile, dal cornicione poco accentuato e una base molto sottile. Il segreto del suo successo è la qualità delle materie prime, accuratamente selezionate tra i migliori produttori del Bel Paese, così come il forno a legna, importato direttamente dall'Italia. Il locale, progettato dall'architetto d'interni Christopher Matignon e dalla decoratrice Emma Roux, è caratterizzato da un'atmosfera calda ed accogliente. Tra le innumerevoli pizze che propone vi consigliamo la Simonetta con prosciutto San Daniele, pomodori San Marzano, fior di latte, pomodorini, rucola, scaglie di Parmigiano Reggiano e basilico.

Dove:  32 Quai de la Marne, 75019 Paris

DALMATA

Nel cuore del Quartier Montorgueil, vero e proprio paradiso per gli amanti del cibo, sorge la pizzeria Dalmata, di proprietà di due imprenditori francesi che hanno creduto nel successo della pizza napoletana. Ispirato al celebre film Disney, il nome Dalmata è per ricordare i punti neri della pizza che a Napoli chiamano tigrata. Qui la pizza è in serie limitata: ad ogni servizio vengono preparate 101 pizze, poi il forno a legna si spegne. Gli ingredienti utilizzati sono di prima qualità e tutti prodotti slow food provenienti regolarmente dall’Italia. La sua specialità è la Marinara Antica con pomodori San Marzano, aglio rosso di Nubia e origano ma vi consigliamo di provare anche: la Black Delirium con ricotta, crema di tartufo, fior di latte, funghi e tartufo fresco; e la Napulè 100% con pomodori San Marzano, capperi, olive, fior di latte e alici di Cetara.

Dove: 8 Rue Tiquetonne, 75002 Paris

Popine

 A pochi passi dal cimitero del Père-Lachaise, nel cuore del quartiere di Belleville, si trova invece la pizzeria Popine, gestita dal cuoco e pizzaiolo napoletano Gennaro Nasti, lo stesso della pizzeria Bijou. Come racconta lo stesso chef, il nome deriva dal latino: "in pratica la popina era la tipica trattoria italiana nella quale si serviva il vino per accompagnare i pasti". Qui potete gustare una vera pizza gourmet preparata utilizzando solo ingredienti di qualità straordinaria come olio extravergine di oliva pugliese dell'Antico Frantoio Muraglia, capperi di Salina, alici di Cetara, Parmigiano Reggiano, pomodoro San Marzano DOP o pomodorini del Piennolo del Vesuvio (una varietà di pomodoro prelibatissima). Da provare: la Calabrese con la famosa spianata piccante; e la Parmigiana con melanzane, basilico, parmigiano, provola e olio d'oliva extravergine. Visto che ci siete, provate anche la Caprese e il Tiramisù della casa. 

Dove: 108 bd de Ménilmontant  75020 Paris

LOUIE LOUIE

 Tra gli indirizzi imperdibili da segnare c'è sicuramente la pizzeria Louie Loiue, aperta nel 2015 in Rue de Charonne, nell’11° arrondissement di Parigi. Il locale è caratterizzato da interni in stile minimalista con mobili scandinavi in legno chiaro e pareti color caramello in linea con i negozi alla moda che si trovano lungo la strada. Anche qui gli ingredienti utilizzati sono solo di primissima qualità. In questa pizzeria ci sanno veramente fare, aggiungendo un tocco francese al piatto più tradizionale d’Italia ed oltre alle classiche Margherita e Marinara, vi consigliamo di provare anche: la Honey Diavola con salsa di pomodoro, fior di latte, spianata piccante, peperoncino verde, miele piccante e basilico; e la Parmigiana con salsa di pomodoro, fior di latte, aglio, melanzane alla parmigiana e pomodorini canditi. Ottimo il rapporto qualità prezzo.

Dove: 78 Rue de Charonne, 75011 Paris

pizzeria contemporanea PEPPE

Infine, da non perdere la pizzeria napoletana contemporanea "Peppe" gestita da Giuseppe Cutraro, partenopeo verace che si è fatto apprezzare a Parigi per il suo lavoro come executive pizza chef nelle pizzerie del gruppo Big Mamma, dove ha lavorato dal 2017 dopo varie esperienze ai quattro angoli del mondo. Non un piazzaiolo qualsiasi ma il campione del mondo dei pizzaiuoli nell'anno 2019, specialità pizza contemporanea, quella ad alta alveolatura che ormai si è imposta sullo scenario della pizza napoletana. La sua cucina, 100% fatta in casa, vi porterà direttamente nel cuore di Napoli. Aperta nel gennaio 2020, la pizzeria si trova nel Village de Charonne nel XX° arrondissement. La pizza viene preparata con una miscela di farine di grani antichi, che permettono una maggiore maturazione dell'impasto e dunque un'alta digeribilità. Oltre le pizze, da buon napoletano serve anche qualche primo piatto di pasta.

Dove: 2 rue saint Blaise 75020 Paris

© Redazione Parigi.it

LEGGI ANCHE