Eventi in Giugno 2022

Tour Eiffel - via Pixabay

GIUGNO 2022 A PARIGI

L’estate è alle porte e la città di Parigi si anima con tantissimi eventi da non perdere.
Il mese di giugno parte col botto con un paio di eventi che fanno venir ancor più voglia di visitare la capitale francese in questo periodo ideale dell’anno: dall’annuale Festa della Musica che rende giugno un mese sorprendentemente ricco di eventi musicali, al via dei saldi estivi che fanno di Parigi l’oasi dello shopping, dell’eleganza e del piacere.

Scopri tutti gli eventi in giugno a Parigi: dalle mostre e le esibizioni nei principali musei come il Museo del Louvre o il Musée d’Orsay ai festeggiamenti per il 30° anniversario di Disneyland Paris.

Consulta la nostra selezione di alcuni dei principali eventi che si svolgeranno nella città di Parigi nel corso del mese di Giugno 2022.

È TEMPO DI SALDI D’ESTATE

La capitale francese è uno dei centri della moda più eleganti e all’avanguardia del mondo e ogni anno il mese di giugno è sinonimo di SALDI d’estate. Perché non cogliere al volo l’occasione per visitare Parigi a inizi estate per approfittare dei saldi e fare un po’ di sano shopping percorrendo le eleganti strade parigine?

I saldi d’estate 2022 a Parigi cominciano ufficialmente il 22 giugno alle ore 09:00 e terminano il 19 luglio 2022. I saldi interessano ogni tipo di prodotto, dall’abbigliamento all’arredamento e cominciano con sconti del 25% e del 50% per poi raggiungere il 70% e 80% negli ultimi giorni.

EVENTI A DISNEYLAND PARIS

30° ANNIVERSARIO DI DISNEYLAND PARIS

Il 2022 per Disneyland Paris è un anno molto importante: l'avventura parigina di Topolino compie 30 anni. Era il 12 aprile 1992 quando il parco divertimenti apriva le porte al pubblico per la prima volta. Tre decenni dopo, è diventata la prima destinazione turistica in Europa con circa 15 milioni di visitatori all'anno. E ora si prepara a spegnere le candeline alla grande con un programma ricco di sorprese, esperienze incredibili e nuovi fantastici spettacoli pieni di allegria.

Tra le moltissime novità che vi aspettano si segnalano: il nuovo show diurno Dream... and Shine Brighter; lo scenografico pre-show notturno Disney D-light che combina effetti speciali mozzafiato e celebri brani Disney; una nuova epica area del parco a tema Avengers; e Gardens of Wonder, 10 meravigliosi giardini a tema con sculture uniche di Principesse e Cattivi Disney che danno vita a un mondo di magia. Per l'occasione sono stati anche creati esclusivi souvenir e nuove specialità Disneyliziose. Le celebrazioni andranno avanti per tutto il 2022.

L’anniversario è il momento perfetto per scoprire, o riscoprire, ciò che rende così magico Disneyland Paris: lasciatevi meravigliare dallo strabiliante spettacolo notturno Disney Illuminations, assistete alla grandiosa parata Disney Stars on Parade, sperimentate le leggendarie attrazioni che da 30 anni emozionano grandi e bambini, condividete un momento speciale con i Personaggi Disney e ammirate l'incantevole Castello della Bella Addormentata, più favoloso che mai dopo la recente ristrutturazione.

Topolino e i suoi amici non vedono l'ora di mostrarvi i loro nuovi sfavillanti outfit. Preparatevi a vivere un’esperienza indimenticabile!

Maggiori info: https://www.disneylandparis.com/it-it/eventi/30-anniversario/

DISNEYLAND PARIS PRIDE

11 giugno 2022

A giugno, in concomitanza con i festeggiamenti per il 30° anniversario, il parco divertimento ospiterà la seconda edizione di Disneyland Paris Pride, durante il quale si illuminerà con i colori dell'arcobaleno per celebrare la bellezza della diversità. Dai più piccoli agli adulti, tutti gli amici Lgbt+ sono invitati a partecipare a questo evento che si preannuncia unico ed imperdibile. Cosa c'è in programma? Da non perdere la rara opportunità di accedere alle attrazioni fino a tarda notte e la nuovissima parata più allegra, festosa e variopinta che mai. Ma il momento culminante della manifestazione è senza dubbio il concerto dal vivo che vedrà esibirsi sul palco MIKA, Bilal Hassani e Becky Hill. Appuntamento al Parco Walt Disney Studios, che aprirà le sue porte dalle 20.00 alle 2.00 appositamente per l'evento.

Maggiori info: https://www.disneylandparis.com/it-it/eventi/pride/

ESPOSIZIONI DA NON PERDERE A PARIGI NEL MESE DI GIUGNO

Parigi è una città in continuo movimento, sempre protagonista della scena culturale europea ospitando innumerevoli ed entusiasmanti eventi, durante tutto il corso dell'anno e per tutti i gusti!
Ecco le mostre ed esposizioni da non perdere nel mese di Giugno 2022.

via museedemontmartre.fr

Mostre al Louvre

VENUS D'AILLEURS. MATÉRIAUX ET OBJETS VOYAGEURS AL LOUVRE
fino al 4 luglio 2022

Allestita nella Petite Galerie, la mostra propone un viaggio nel tempo e intorno al mondo. Attraverso materiali e oggetti intende raccontare la storia del mondo e dei popoli, evocando scambi tra mondi lontani, spesso più antichi delle esplorazioni del Cinquecento. Fin dall'antichità, lungo le rotte commerciali hanno circolato corniola, lapislazzuli, ebano e persino avorio: materiali preziosi anche perché provenienti da lontano.

Oltre a pietre, conchiglie e piante, perfino gli animali hanno viaggiato tra i continenti: gli artisti hanno così scoperto struzzi, giraffe ed elefanti, che sono poi diventati veri e propri soggetti di ispirazione. Gli oggetti realizzati dall'uomo hanno seguito gli stessi percorsi e, al di là del noto entusiasmo degli europei per l'esotismo, l'esposizione vuole mostrare che questi molteplici viaggi di andata e ritorno nascondevano una storia più complessa.

Maggiori info: https://www.louvre.fr/en-ce-moment/expositions/venus-d-ailleurs

PHARAON DES DEUX TERRES. L'ÉPOPÉE AFRICAINE DES ROIS DE NAPATA
fino al 25 luglio 2022

L'esposizione "Pharaon des Deux Terres" illustra l'epopea africana dei re della città oggi scomparsa di Napata, antica capitale della Nubia. Intorno al 730 a.C., il sovrano Piânkhi si impegnò a conquistare l'Egitto e inaugurò la dinastia dei faraoni kushiti. I suoi successori regnarono per più di cinquant'anni su questo vasto regno situato in prossimità dell'odierno centro di Karima, nel Sudan settentrionale. Il più noto di loro fu Taharqa. La mostra si concentra sul ruolo di primo piano di questa figura storica. Statue e altre opere vi aspettano per immergervi nel cuore di una storia millenaria.

Maggiori info: https://www.louvre.fr/en-ce-moment/expositions/pharaon-des-deux-terres

GIORGIO VASARI
fino al 18 luglio 2022

Giorgio Vasari mise insieme quella che fu probabilmente la prima raccolta di disegni basata su una logica storica: il leggendario "Libro de' disegni", apparso nella seconda edizione di "Le vite de' più eccellenti pittori, scultori, e architettori", pubblicata a Firenze nel 1568. Il 29 giugno 1574, due giorni dopo la morte di Vasari, il libro fu consegnato dai suoi eredi al Granduca di Toscana Francesco I, prima di scomparire. I grandi collezionisti del XVII e XVIII secolo credevano tutti di possedere i disegni del libro. Nel 1950 due grandi studiosi, Arthur Popham e Philip Pouncey, notarono su un "montaggio vasariano" la presenza di un misterioso emblema. Alle conseguenze inaspettate di questa scoperta, vecchia di oltre mezzo secolo, è dedicata la mostra.

Maggiori info: https://www.louvre.fr/en-ce-moment/expositions/giorgio-vasari

L’ÂGE D’OR DE LA RENAISSANCE PORTUGAISE AL LOUVRE
dal 10 giugno al 10 ottobre 2022

Per la prima volta, i visitatori del Louvre sono invitati a scoprire la raffinata pittura del Rinascimento portoghese, il movimento artistico e culturale sviluppatosi in Portogallo durante il XV e il XVI secolo. Operando una sintesi molto originale tra le invenzioni pittoriche del Rinascimento italiano e le innovazioni fiamminghe, importate da pittori come Jan van Eyck che soggiornò in Portogallo nel 1428-1429, la scuola pittorica portoghese si affermò dalla metà del XV secolo parallelamente alla formidabile espansione del Regno del Portogallo. Grazie al mecenatismo dei re Manuel I (1495-1521) e Jean III (1521-1557), che si circondarono di pittori di corte e che commissionarono numerose pale d'altare, la pittura portoghese visse poi il suo periodo di massimo splendore nella prima metà del XVI secolo. In mostra opere di artisti del calibro di Nuno Gonçalves, Jorge Afonso, Cristóvão de Figueiredo e Gregorio Lopes.

Maggiori info: https://www.louvre.fr/en-ce-moment/expositions/l-age-d-or-de-la-renaissance-portugaise

Prenota qui la tua visita salta-fila al Museo del Louvre!

Best-seller

Biglietto salta-fila Museo del Louvre

Acquista il tuo biglietto Louvre salta-fila e risparmia tempo prezioso a Parigi! E' un biglietto digitale, non è necessario stamparlo ma potrai esibire il codice a barre dal tuo smartphone. Si tratta di un biglietto datato ad orario, valido per l'ingresso di 1 giorno alle collezioni permanenti e temporanee del Louvre (inclusa la sala Napoleone) e del museo Eugène-Delacroix. 

da 19,90€Acquista ora!
Offerta specialeBest-seller

Louvre visita guidata dei principali capolavori in piccoli gruppi e con ingresso prioritario

Ideale per chi visita per la prima volta il Louvre, museo straordinario ma vastissimo, e desidera essere guidato in italiano ai suoi più celebri capolavori. Uno dei tour più apprezzati, per la qualtà della visita in piccoli gruppi, l'ottimo rapporto qualità prezzo e l'accesso preferenziale salta-coda in biglietteria.

da 52,00€Prenota ora!
Parigi.it by Cuma Travel s.r.l.

MOSTRA YVES SAINT LAURENT AL LOUVRE E AL MUSÉE YVES SAINT LAURENT PARIS

fino al 18 settembre 2022

In occasione del 60° anniversario della prima sfilata di Yves Saint Laurent è in programma una grande ed imperdibile mostra dedicata al famoso couturier francese, che non ha mai nascosto la sua attrazione per il mondo dell'arte. L’esposizione si articola in due sedi: Louvre e Musée Yves Saint Laurent. Correva l'anno 1962 quando il giovane stilista presentò la prima collezione della maison che ancora oggi porta il suo nome. Da allora è stato un susseguirsi di creazioni geniali che hanno fatto la storia della moda. La mostra vuole esaltare il rapporto che Yves Saint Laurent aveva con l'arte.

Il Louvre si focalizza sulla ricchezza delle fonti che hanno ispirato lo stilista mentre il Musée Yves Saint Laurent Paris presenta alcune delle sue creazioni più celebri e parte degli archivi della maison. Per lo più inediti, questi archivi permettono di comprendere il processo creativo ma rendono anche omaggio a tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione dei modelli.

Info Louvre: https://www.louvre.fr/en-ce-moment/expositions/yves-saint-laurent-au-louvre
Info Musée Yves Saint Laurent: https://museeyslparis.com/expositions/yves-saint-laurent-au-5-avenue-marceau

Visita VIP esclusiva al Museo Yves Saint Laurent Paris in inglese o francese

Con questo tour esclusivo avrete il privilegio di esplorare il museo dedicato ad Yves Saint Laurent, uno dei più grandi stilisti francesi, al di fuori degli orari di apertura al pubblico. Il museo Yves Saint Laurent è stato fondato proprio nel lussuoso palazzo che fu sede della sua maison, dove egli ha lavorato e creato per oltre trent'anni della sua attività.

da 23,00€Prenota ora!
Parigi.it by Cuma Travel s.r.l.

MOSTRA SNEAKERS AL MUSÉE DE L'HOMME

fino al 25 luglio 2022

È uno degli accessori di moda più amati dai fashion addict nonché una vera e propria icona di stile: la sneaker, la scarpa che oggi definire "da ginnastica" è riduttivo, diventa la protagonista di una straordinaria esposizione al Musée de l’Homme che ne esplora il mondo da diverse angolazioni. Le scarpe da ginnastica o da tennis, come venivano chiamate una volta, ne hanno fatta di strada: un tempo le portavano gli emarginati e i meno abbienti mentre oggi sono diventate un fenomeno di costume di massa se non proprio culturale. Riservate a lungo alle attività sportive, si sono ritrovate ai piedi di tutti grazie al movimento hip-hop. La mostra ne disegna una sorta di ritratto culturale e sociale.

Maggiori info: https://www.museedelhomme.fr/fr/programme/expositions-galerie-lhomme/sneakers-baskets-entrent-musee-4287

Parigi.it by Cuma Travel s.r.l.

Mostre al Musée d'Orsay

GAUDÍ
fino al 17 luglio 2022

Il Museo d'Orsay celebra il genio di Antoni Gaudí con una straordinaria esposizione che ne ripercorre la carriera. Il grande architetto catalano, maestro dell'Art Nouveau, ha lasciato un segno indelebile nella Spagna del XX secolo. La mostra, organizzata in collaborazione con il Museu Nacional d'Art de Catalunya, vuole offrire una nuova visone dell'artista, dedicando particolare attenzione al suo processo creativo. Attraverso progetti, modelli e riferimenti al design, l'esposizione mette sotto i riflettori l'approccio di Gaudí alla resa dello spazio e all'uso dei colori, elementi preponderanti nei suoi interventi. Film, fotografie e documenti dell'epoca raccontano la sua energica carriera in una turbolenta Barcellona di inizio Novecento, segnata da sconvolgimenti sociali, politici e urbanistici.

Maggiori info: https://www.musee-orsay.fr/fr/expositions/gaudi-498

ARISTIDE MAILLOL. (1861-1944). LA QUÊTE DE L'HARMONIE
fino al 21 agosto 2022

L'esposizione rende omaggio all'artista francese Aristide Maillol, noto soprattutto per le sue sculture dalle linee sinuose e morbidamente levigate. Nonostante l'aspetto senza tempo del suo lavoro, ha svolto un ruolo cruciale all'inizio del XX secolo. La mostra presenta, in un faccia a faccia inedito, il primo Méditerranée realizzato per il conte Harry Kessler nel 1905 e il secondo commissionato diciotto anni dopo dallo Stato francese (Museo d'Orsay). Questa scultura appare come il manifesto del "retour à l'ordre" di cui Maillol è stato protagonista: vietando ogni ricerca espressiva, stabilì un nuovo classicismo e inscrisse corpi femminili, dall'anatomia robusta e sensuale, in forme geometriche semplici. La mostra si chiude poi con una ristretta selezione di grandi figure, culmine di un percorso in cui la ricerca della perfezione formale occupò un posto essenziale.

Maggiori info: https://www.musee-orsay.fr/fr/expositions/aristide-maillol-1861-1944-la-quete-de-lharmonie-499

Parigi.it by Cuma Travel s.r.l.

MOSTRA AUX SOURCES DES NYMPHÉAS: LES IMPRESSIONNISTES ET LA DÉCORATION AL MUSÉE DE L'ORANGERIE

fino all'11 luglio 2022

L'impressionismo è stato raramente associato al termine decorazione. Eppure le opere impressioniste inizialmente erano concepite come decorazioni. Sebbene Manet e gli impressionisti non abbiano ricevuto commissioni ufficiali, nel corso della loro carriera hanno realizzato dipinti e oggetti decorativi. Hanno sperimentato diverse tecniche ridefinendo a modo loro l'idea stessa di "decorativo", una nozione paradossale, sia positiva che dispregiativa, al centro della pratica artistica, della riflessione estetica e sociale alla fine del XIX secolo. Se i dipinti impressionisti stupivano è anche perché erano visti come semplici decorazioni, prive di significato. La mostra mette in luce questo gusto impressionista per la decorazione attraverso un centinaio di opere, alcune mai presentate in Francia.

Maggiori info: https://www.musee-orangerie.fr/fr/expositions/aux-sources-des-nympheas-les-impressionnistes-et-la-decoration-196027

Acquista ora il tuo biglietto online!

Biglietto d'ingresso al Museo Orsay

Non perderti i capolavori impressionisti dello straordinario Museo Orsay e le sue interessanti mostre temporanee d'eccezione. Biglietto digitale, non è necessario stamparlo ma potrai mostrarlo dal tuo smartphone. Valido per una visita alle collezioni permanenti e alle mostre. Accedi dall'ingresso prioritario per visitatori già muniti di biglietto.

da 15,90€Acquista ora!

Biglietto Museo dell'Orangerie

Non perderti i capolavori impressionisti dello straordinario Museo dell'Orangerie. Biglietto digitale, consente di accedere dall'ingresso dedicato ai visitatori con biglietto (saltando la fila in biglietteria) e la visita delle collezioni permanenti e alle mostre temporanee* del museo. Non è necessario stamparlo ma potrai esibire il codice a barre dal tuo smartphone. 

da 10,50€Acquista ora!
Best-seller

Biglietto cumulativo Museo d'Orsay e Museo dell'Orangerie

Scopri i due straordinari musei di Parigi che racchiudono le opere più celebri degli impressionisti francesi: dai capolavori di Van Gogh, Gaugin e Renoir a Orsay alle spettacolari ninfee di Monet all'Orangerie. Biglietto digitale salta-fila, non è necessario stamparlo ma potrai mostrarlo dal tuo smartphone. E' valido per un ingresso alle collezioni permanenti e alle mostre*.

da 19,90€Acquista ora!
Parigi.it by Cuma Travel s.r.l.

Mostre al Centre Pompidou

GIORGIO GRIFFA
fino al 27 giugno 2022

Presentando una serie di dipinti realizzati dal 1969 al 2021, la mostra permette di riscoprire l'opera del pittore Giorgio Griffa (nato nel 1936 a Torino).

Considerato uno dei massimi esponenti della Pittura Analitica nonché uno dei pittori italiani più importanti della sua generazione, Griffa si è distinto dalla fine degli anni Sessanta per originalità stilistica e coerenza teorica nell’affrontare forme e cromie. L'artista lavora su carte e tele non preparate, scegliendo materiali quali cotone, lino e canapa. Le sue opere sono tele libere, dove il colore diventa il tramite di un’azione e il segno l’effetto di un pensiero.

Maggiori info: https://www.centrepompidou.fr/en/programme/exhibitions-museum

SHIRLEY JAFFE, UNE AMÉRICAINE À PARIS
fino al 29 agosto 2022

Il Centre Pompidou dedica un'eccezionale retrospettiva alla famosa pittrice astratta americana Shirley Jaffe. Venuta a mancare nel 2016, ha lasciato una straordinaria raccolta di opere, di cui una parte significativa, donata allo Stato francese, è stata ricevuta dal Musée national d'art moderne nel 2019. La mostra illustra il modo in cui l'artista ha dovuto rinunciare alla gestualità per portare una tensione sempre maggiore alla sua esperienza artistica. Preziosi appunti di laboratorio presi dall'artista per ciascuno dei suoi dipinti sono esposti in una teca insieme al materiale d'archivio raccolto in studio.

Maggiori info: https://www.centrepompidou.fr/fr/programme/agenda/evenement/agYUNKn

LEÓN FERRARI
fino al 29 agosto 2022

Il Centre Pompidou ospita la prima esposizione in Francia dell'artista concettuale argentino León Ferrari (1920-2013). Autore di un'opera poliedrica, a sua volta misteriosa e letterale, Ferrari ha affrontato i temi del potere e della religione. Colpito dalla violenza del suo tempo, ha evidenziato la barbarie del mondo liberale occidentale attraverso composizioni volutamente iconoclaste. Ritenendo il cristianesimo responsabile dei fenomeni contemporanei di tortura ed esclusione e rifiutando qualsiasi approccio puramente formale al suo lavoro, ha cercato costantemente di mettere in guardia sul processo attraverso il quale l'arte abbellisce e banalizza la violenza - meccanismo che ha chiamato "bondadosa crueldad" (gentile crudeltà).

Maggiori info: https://www.centrepompidou.fr/fr/programme/agenda/evenement/OvW2k6Q

ALLEMAGNE / ANNÉES 1920 / NOUVELLE OBJECTIVITÉ / AUGUST SANDER
fino al 5 settembre 2022

Questa mostra sull'arte e la cultura della Neue Sachlichkeit (Nuova oggettività) in Germania è la prima panoramica di questa corrente artistica in Francia. Oltre alla pittura e alla fotografia, il progetto unisce anche architettura, design, cinema, teatro, letteratura e musica. Il capolavoro del fotografo August Sander, "Uomini del XX secolo", offre uno spaccato della società del suo tempo non limitandosi a rappresentare personaggi famosi ma gli uomini di tutte le età, di tutte le classi sociali impegnati nelle più disparate occupazioni. La mostra è strutturata in otto sezioni tematiche, abbinate ai gruppi e alle categorie socioculturali create da Sander.

Maggiori info: https://www.centrepompidou.fr/fr/programme/agenda/evenement/dEOe6u0

JOCHEN LEMPERT – LUMINESCENCES
fino al 29 agosto 2022

Biologo di formazione, è solo nel 1992, all'età di 35 anni, che Jochen Lempert inizia la sua carriera di fotografo. Il patrimonio scientifico è alla base della sua pratica artistica, il cui lavoro riguarda esclusivamente il mondo della natura e degli animali. Il percorso presenta così una serie di immagini di lucciole, che, disposte su carta fotosensibile, tracciano forme astratte ed enigmatiche attraverso il loro movimento. La mostra ripercorre tre decenni del lavoro di Lempert e lo mette in dialogo con la storica collezione fotografica del Centre Pompidou.

Maggiori info: https://www.centrepompidou.fr/en/program/calendar/event/kRWVC2p

TATIANA TROUVÉ
dall'8 giugno al 22 agosto 2022

Nata a Cosenza (Italia) nel 1968, Tatiana Trouvou è una famosa artista e scultrice che nella sua opera esplora il confine tra passato e futuro, memoria e potenzialità, presenza e assenza, realtà e finzione. Particolarmente cari a Trouvé sono gli eventi anonimi che influenzano il corso delle cose. In questa esposizione, l'artista ricrea il pavimento utilizzando vari materiali. Si dispiegano, secondo diverse modalità di presentazione, una serie di disegni - alcuni dei quali inediti e pensati appositamente per la mostra - che permettono di cogliere in tutta la sua ricchezza la componente architettonica alla base del pensiero plastico dell'artista. Qualche scultura ed elementi costruiti completano l'opera.

Maggiori info: https://www.centrepompidou.fr/fr/programme/agenda/evenement/3AJRi2Q

LE RESTE EST OMBRE
dall'8 giugno al 22 agosto 2022

Dedicata agli artisti portoghesi Pedro Costa, Rui Chafes e Paulo Nozolino, questa mostra collettiva assume la forma di un rinnovato dialogo tra cinema, scultura e fotografia. Articolata attorno all'installazione "As filhas do Fogo" di Pedro Costa e Rui Chafes, al film "Minino macho, Minino fêmea" di Pedro Costa e ad una serie di fotografie di Paulo Nozolino, l'esposizione è concepita come un viaggio mentale ed immersivo. Invitato a passeggiare in uno spazio volutamente labirintico immerso nell'oscurità, il pubblico sperimenta una complessa opera collettiva di questi tre artisti impegnati, negli anni, in una proficua collaborazione.

Maggiori info: https://www.centrepompidou.fr/fr/programme/agenda/evenement/B8osb7h

MOSTRA CHARLES RAY AL CENTRE POMPIDOU E ALLA BOURSE DE COMMERCE - PINAULT COLLECTION

fino al 20 giugno 2022

Per la prima volta in Francia, il Centre Pompidou e la Bourse de Commerce - Pinault Collection dedicano una grande mostra monografica a Charles Ray, figura di spicco della scultura americana contemporanea (nato a Chicago nel 1953, vive e lavora a Los Angeles).

Senza contesto o narrazione, le sue opere riescono, con la loro monumentalità, ad affermarsi come una figura universale, fino all'astrazione. Immaginata in dialogo con l'artista, questa straordinaria collaborazione presenta una collezione eccezionale di opere di Charles Ray, tra cui sei inedite.

Maggiori info: https://www.centrepompidou.fr/en/program/calendar/event/X9R7Fd4

Mostre alla Bourse de Commerce - Pinault Collection

DOMINIQUE GONZALEZ-FOERSTER OPERA
fino al 2 gennaio 2023

Maria Callas, la più grande cantante lirica di tutti i tempi, rivive nell'opera realizzata da Dominique Gonzalez-Foerster, artista francese la cui produzione si concentra sulla costruzione di scenari e sull'evocazione di atmosfere suggestive. Forte di una vasta conoscenza del cinema, della letteratura, dell'architettura modernista e della musica, mette il suono e la luce al centro dei suoi ambienti.

Nel 2012 ha iniziato a realizzare una serie di opere performative, o apparizioni come le chiama lei, in cui ha incarnato figure come Bob Dyilan, Emily Brontë e appunto Maria Callas. Queste apparizioni assumono talvolta la forma di proiezioni olografiche che rievocano spettacoli leggendari.

Maggiori info: https://www.pinaultcollection.com/fr/boursedecommerce/dominique-gonzalez-foerster

FELIX GONZALEZ-TORRES - RONI HORN
fino al 26 settembre 2022

Questa mostra senza precedenti nasce dalle affinità artistiche, dalla forza e dalla radicalità di due grandi figure dell'arte contemporanea, Roni Horn e Felix Gonzalez-Torres. Entrambi artisti concettuali, hanno contribuito, con mezzi spesso minimalisti, a ridefinire la mostra come esperienza che coinvolge lo spettatore. Per loro ciò che fa "opera" è la tensione che si produce con il pubblico. L'esposizione si sviluppa attorno a quattro opere emblematiche della Collezione Pinault, esposte per la prima volta al pubblico francese: "Untitled" (For Stockholm) (1992) e "Untitled" (Blood) (1992) di Felix Gonzalez-Torres; "Well and Truly" (2009-2010) e "a.k.a." (2008-2009) di Roni Horn.

Maggiori info: https://www.pinaultcollection.com/fr/boursedecommerce/felix-gonzalez-torres-roni-horn

Parigi.it by Cuma Travel s.r.l.

MOSTRA LE THÉÂTRE DES ÉMOTIONS AL MUSÉE MARMOTTAN-MONET

fino al 21 agosto 2022

La mostra offre un'occasione unica per esplorare la storia delle emozioni nella pittura. Attraverso settanta opere provenienti da tutto il mondo, l'esposizione si propone di cogliere le trasformazioni nella rappresentazione delle emozioni e dei sentimenti nell'Europa moderna. Tra i vari artisti presenti si segnalano Dürer, Greuze, Courbet, Dalì, Picasso e Fautrier. Al di là della ricchezza del tema, ancora inesplorato nella storia dell'arte, e della qualità delle opere che lo illustrano, la mostra rivela il lento processo attraverso il quale, a partire dal XV secolo, si è formata la moderna psiche occidentale.

Maggiori info: https://www.marmottan.fr/expositions/le-theatre-des-emotions/

Parigi.it by Cuma Travel s.r.l.

Mostre al Musée Picasso

NOUVEAUX CHEFS D’ŒUVRE. LA DATION MAYA RUIZ-PICASSO
fino al 31 dicembre 2022

Fin dalla sua creazione, il Musée Picasso si è arricchito grazie a donazioni, la maggior parte delle quali provenienti direttamente dalle botteghe dell'artista. L'esposizione celebra l'ingresso nelle collezioni nazionali di nove capolavori donati nel 2021 dalla figlia Maya Ruiz-Picasso: sei dipinti, una scultura, un quaderno di schizzi e un'opera etnografica che ha avuto un ruolo di primo piano nella storia dell'arte.

Organizzato cronologicamente, il percorso espositivo ruota attorno a questi capolavori ed offre un fruttuoso dialogo tra arte extra-occidentale, arte antica e arte moderna attraverso una serie di opere di Picasso, pezzi della sua collezione e una selezione di pregevoli prestiti.

Maggiori info: https://www.museepicassoparis.fr/fr/nouveaux-chefs-doeuvre-la-dation-maya-ruiz-picasso

MAYA RUIZ-PICASSO, FILLE DE PABLO
fino al 31 dicembre 2022

María de la Concepción, soprannominata Maya, è nata il 5 settembre 1935 ed è la prima figlia di Pablo Picasso, frutto del suo amore appassionato per Marie-Thérèse Walter. La mostra propone una rilettura di parte della sua opera concentrandosi sul rapporto che l'artista aveva con la figlia. Un eccezionale set di ritratti dedicati alla bambina, oltre ad un'importante selezione di sculture, opere grafiche, fotografie e documenti d'archivio raccontano questa parte intima della storia familiare di Picasso. La mostra sottolinea la complicità che unisce padre e figlia e il modo in cui la presenza di Maya ha alimentato e amplificato il fascino dell'artista per l'infanzia.

Maggiori info: https://www.museepicassoparis.fr/fr/maya-ruiz-picasso-fille-de-pablo

ORLAN «LES FEMMES QUI PLEURENT SONT EN COLÈRE»
fino al 4 settembre 2022

Per mettere in discussione la posterità di Picasso e far eco agli attuali dibattiti intorno al suo lavoro, il museo lancia un programma di interventi di artisti contemporanei. Per aprire questo nuovo ciclo, la performance artist francese ORLAN, esponente della Body Art nota per le sue ricerche post-organiche, è stata invitata ad esporre due serie fotografiche intitolate "ORLAN s’hybride aux portraits des femmes de Picasso" e "Les femmes qui pleurent sont en colère", realizzate nel 2019. Artista totale, che si esprime attraverso diversi mezzi, ORLAN mette in discussione lo status del corpo e le pressioni politiche, religiose, sociali e tradizionali ad esso associate. Il suo lavoro denuncia le violenze fatte ai corpi ed in particolare a quelli delle donne.

Maggiori info: https://www.museepicassoparis.fr/fr/orlan-les-femmes-qui-pleurent-sont-en-colere

Mostra Un air d'Italie all'Opéra Garnier

MOSTRA PIONNIÈRES AL MUSÉE DU LUXEMBOURG

dal 2 marzo al 10 luglio 2022

Attraverso dipinti, sculture, fotografie, film, opere tessili e letterarie, la mostra "Pionnières. Artistes dans le Paris des années folles" mette in luce l'eccezionale ruolo svolto dalle donne nello sviluppo dei grandi movimenti artistici della modernità. Artiste come Tamara de Lempicka, Sonia Delaunay, Tarsila do Amaral o Chana Orloff, nate alla fine del XIX o all'inizio del XX secolo, hanno potuto per la prima volta accedere alle grandi scuole d'arte fino ad allora riservate agli uomini. L'interdisciplinarietà e la performatività delle loro creazioni hanno influenzato il lavoro di intere generazioni di artisti e continuano a farlo ancora oggi. Nessun campo artistico è stato trascurato da queste donne poliedriche, che non hanno esitato a liberarsi dalle norme del tempo per innovare.

Maggiori info: https://museeduluxembourg.fr/fr/agenda/evenement/pionnieres

MOSTRA À LA RENCONTRE DU PETIT PRINCE AL MUSÉE DES ARTS DÉCORATIFS

fino al 26 giugno 2022

Il Musée des Arts Décoratifs presenta la prima grande mostra in Francia dedicata a "Il piccolo principe", capolavoro senza tempo della letteratura. Più di 600 pezzi celebrano le mille sfaccettature di Antoine de Saint-Exupéry: scrittore, poeta, aviatore, esploratore, giornalista, inventore e filosofo, animato per tutta la vita da un ideale umanista.

In occasione di questo eccezionale omaggio, il manoscritto originale, conservato presso la Morgan Library & Museum di New York e finora mai presentato al pubblico francese, viene confrontato con acquerelli, schizzi e disegni – per lo più inediti – ma anche fotografie, poesie, ritagli di giornale ed estratti di corrispondenza.

Maggiori info: https://madparis.fr/A-la-rencontre-du-petit-prince

Mostre all'Atelier des Lumières

CEZANNE, LUMIÈRES DE PROVENCE
fino al 2 gennaio 2023

Dopo le esposizioni dedicate a Dalí e a Gaudí, l'Ateliers des Lumières, il primo centro di arte digitale e immersiva della capitale francese, ospita la mostra "Cézanne, Lumières de Provence", uno straordinario viaggio nell'universo del pittore francese, seguendo il fil rouge della natura.

Considerato uno degli esponenti principali del postimpressionismo, pose le basi per l'arte del XX secolo influenzando le successive generazioni di artisti con la sua tecnica pittorica. Attraverso un percorso tematico, intimo e introspettivo, la mostra rivela la forza delle sue creazioni, il suo rapporto con la luce e i colori e il suo legame con la natura. La mostra è a cura di Gianfranco Iannuzzi, pioniere nella creazione di installazioni artistiche immersive.

Maggiori info: https://www.atelier-lumieres.com/fr/cezanne-lumieres-provence

KANDINSKY, L'ODYSSÈE DE L'ABSTRAIT
fino al 2 gennaio 2023

Parallelamente all'esposizione dedicata a Cézanne, l’Ateliers des Lumières ospita anche la mostra immersiva "Kandinsky. L'odyssée de l'abstrait". Considerato uno dei padri dell'astrattismo, Kandinsky non dipingeva per rappresentare la realtà ma piuttosto per dare sfogo alle sue emozioni più intime, attraverso colori e forme. La mostra si articola in due parti: la prima evoca gli esordi figurativi dell'artista russo, di chiaro influsso impressionista; mentre la seconda rivela la forza del movimento e il ritmo delle forme e dei colori. L’esposizione, caratterizzata da un'intensa esplosione cromatica, offre un'immersione sensoriale nell'universo interiore di Kandinsky.

Maggiori info: https://www.atelier-lumieres.com/fr/kandinsky

MOSTRA ALGUES MARINES ALL'AQUARIUM TROPICAL

fino all’8 gennaio 2023

Cibo, fertilizzanti, cosmetici, salute … le alghe sono presenti nella nostra vita quotidiana da migliaia di anni. Eppure le loro proprietà sono ancora sconosciute alla maggior parte delle persone. Con questa mostra, l'Aquarium Tropical vuole svelare, oltre che le proprietà sorprendenti e gli innumerevoli usi di queste piante acquatiche, anche la loro incredibile diversità e il ruolo che svolgono per garantire il mantenimento della biodiversità. Grazie a moduli interattivi e sensoriali, i visitatori possono mettere alla prova la loro conoscenza delle alghe marine e comprenderne la straordinaria eterogeneità. Infine, la mostra mette in evidenza la fragilità di queste piante di fronte alle molteplici minacce, principalmente umane, a cui sono soggette.

Maggiori info: https://www.palais-portedoree.fr/en/expositions-et-programmation

MOSTRA GALLEN-KALLELA AL MUSÉE JACQUEMART-ANDRÉ

fino al 25 luglio 2022

Il Musée Jacquemart-André dedica un'affascinante esposizione a Akseli Gallen-Kallela (1865-1931), pittore finlandese famoso soprattutto per le sue illustrazioni del Kalevala, il poema epico nazionale finlandese. Attraverso una settantina di opere provenienti da collezioni pubbliche e private, inclusi prestiti eccezionali dal Gallen-Kallela Museo di Espoo, la mostra esplora un aspetto dominante del suo lavoro, ovvero il tema della natura e del paesaggio finlandese. Come un impressionista, l’artista ha saputo rappresentare la Finlandia con un lirismo impareggiabile, quasi esoterico. Voltando le spalle alla modernità urbana, ha ancorato il suo lavoro alla natura selvaggia, seguendo lo scorrere delle stagioni.

Maggiori info: https://www.musee-jacquemart-andre.com/fr/gallen-kallela

Mostre al Palais Galliera

UNE HISTOIRE DE LA MODE. COLLECTIONNER, EXPOSER AU PALAIS GALLIERA
fino al 26 giugno 2022

A un anno dalla sua riapertura nel 2020, il Palais Galliera ospita una straordinaria mostra che ripercorre la storia del museo e delle sue collezioni. I visitatori sono invitati a scoprire due storie che si intersecano. Da un lato la storia della moda, dal Settecento ai giorni nostri, illustrata dai pezzi più belli del museo. Dall'altro la storia della collezione, la cui costituzione, conservazione e presentazione nel tempo testimoniano una lunga tradizione museale e il ruolo di primo piano del Palais Galliera nello studio della storia della moda. La mostra riunisce quasi 350 pezzi provenienti dalle collezioni del museo.

Maggiori info: https://www.palaisgalliera.paris.fr/fr/expositions/une-histoire-de-la-mode-collectionner-exposer-au-palais-galliera

LOVE BRINGS LOVE
fino al 10 luglio 2022

Dopo la morte del leggendario stilista Alber Elbaz, AZ Factory, il marchio da lui fondato, ha ideato e organizzato una sfilata-evento in suo onore in cui 46 tra le maison di moda e gli stilisti contemporanei più grandi, hanno dato vita a uno show unico. Ognuno ha interpretato a proprio modo i codici di stile, i motivi e gli archetipi portati in passerella da Alber Elbaz nel corso della sua lunga carriera. La mostra al Palais Galliera ricrea la sfilata commemorativa ed invita il visitatore ad immergersi in questo universo effimero, riproducendo l'ordine di passaggio delle modelle, gli effetti, la musica e le luci che hanno reso la serata un evento storico.

Maggiori info: https://www.palaisgalliera.paris.fr/fr/expositions/love-brings-love

THE WORLD OF BANKSY

fino al 31 dicembre 2022

Da non perdere per tutti gli appassionati di street art la mostra immersiva dal titolo "The World of Banksy" che rende omaggio ad uno dei maggiori esponenti dell'arte urbana. I visitatori possono ammirare un centinaio di opere dello street artist più irriverente del pianeta, tra cui 42 murales, ricostruiti da una decina di street artist internazionali, e 51 opere originali dell'artista britannico provenienti da collezioni private.

Tra le opere presenti si segnalano: "Kissing Coppers", che mostra il famoso bacio tra due poliziotti britannici; e "Turf War", in cui Winston Churchill si trasforma in un'icona punk con una cresta verde. Un’occasione unica per rivivere il mito del writer britannico.

Maggiori info: https://theworldofbanksy.fr/

Mostre al Palais de Tokyo

RÉCLAMER LA TERRE
fino al 4 settembre 2022

Riconoscendo la necessità oggi socialmente e politicamente cruciale di pensare al mondo al di là della natura e della cultura, la mostra segue le orme di artisti che lavorano con i cosiddetti materiali "naturali": legno, terra, piante, conchiglie o i minerali sono tutti modelli o tecniche irriducibili alla loro semplice materialità. Si tratta di vettori culturali, storici e politici che questi artisti cercano di rivitalizzare in un contesto di urgenza sia ecofemminista che decoloniale, vedendoli sia come un mezzo che come uno strumento. Una selezione di artisti, di diverse generazioni e origini, affrontano così temi come i legami tra il corpo e la terra, la scomparsa di alcune specie e la trasmissione di storie e conoscenze indigene.

Maggiori info: https://www.palaisdetokyo.com/fr/evenement/reclamer-la-terre

LAURA HENNO
fino al 4 settembre

Il Palais de Tokyo dedica questa esposizione a Laura Henno, celebre regista e fotografa che lavora con persone che vivono ai margini della società. Si confronta con la situazione dei migranti e dei giovani contrabbandieri, si interessa dei loro fragili stili di vita, che sono il risultato di scelte, o più spesso, di costrizioni sociali e politiche. Le immagini risultanti da questi momenti condivisi tratteggiano i contorni commoventi di situazioni transitorie. L'artista presenta nella profondità del tempo queste vite precarie plasmate dalle politiche migratorie, in particolare attraverso i rapporti che queste persone hanno con l'ambiente circostante.

Maggiori info: https://www.palaisdetokyo.com/fr/evenement/laura-henno

MIMOSA ECHARD
fino al 4 settembre 2022

Mimosa Echard è una giovane artista francese le cui opere fortemente materiche fondono sia elementi naturali (fiori, piante medicinali, insetti, ragnatele, ecc.) che manufatti (gioielli, abbigliamento, medicinali, oggetti personali, ecc.). Li riunisce per farli dialogare, associando il vivente e il non vivente in una relazione edonica ed esplorando così le fasi intermedie tra mondo naturale e mondo artificiale. Le creazioni risultanti suggeriscono sia la loro stessa distruzione che il loro sviluppo in una nuova fase dell'evoluzione; tracciano una forma di archeologia potenzialmente futuristica, non lineare e proteiforme.

Maggiori info: https://www.palaisdetokyo.com/fr/evenement/mimosa-echard-0

AÏCHA SNOUSSI
fino al 4 settembre 2022

Questa è la prima mostra in un'istituzione francese di Aïcha Snoussi, artista queer tunisina di Hammamet. La sua pratica multiforme si basa sul disegno ma abbraccia la scultura, l'installazione e la composizione sonora. Evocando le notti trascorse al club tunisino Le Plug, l’artista presenta una riflessione sul desiderio, la nostalgia e la memoria collettiva. Tra le opere presenti un bar sotterraneo che sembra provenire direttamente dal fondo del mare, un tavolo da biliardo con una superficie schiumosa da cui si diffondono i canti di creature sottomarine e manufatti di un'antica civiltà queer.

Maggiori info: https://palaisdetokyo.com/exposition/aicha-snoussi/

HIP-HOP 360 ALLA PHILHARMONIE DE PARIS

fino al 24 luglio 2022

La mostra "Hip-Hop 360" getta uno sguardo su una cultura in continua evoluzione, lontana dai luoghi comuni, che ha rivoluzionato il mondo della musica e non solo. Grazie ad un viaggio musicale immersivo senza precedenti, l'esposizione riflette la pluralità delle espressioni del genere, attingendo alle forme più contemporanee e avvalendosi della collaborazione degli stessi artisti. Proveniente dai ghetti neri di New York, l'hip-hop arrivò in Francia negli anni '80 inondando anche le radio di musica rap, i muri delle città con i graffiti e le piste da ballo con la breakdance. La Francia riuscì così a sviluppare un'originale cultura hip-hop che ancora domina la scena culturale contemporanea con nuovi elementi. Attraverso foto, musica, videoclip, oggetti da collezione appartenuti a star del genere e molti altri pezzi commemorativi, la mostra offre una visione a 360° di questo movimento artistico e culturale.

Maggiori info: https://philharmoniedeparis.fr/fr/activite/exposition/23375-hip-hop-360

Mostre al Musée du quai Branly

DINH Q. LÊ. LE FIL DE LA MÉMOIRE ET AUTRES PHOTOGRAPHIES
fino al 20 novembre 2022

Il Musée du quai Branly dedica un'interessante mostra all'artista vietnamita Dinh Q. Lê, diventato famoso per le sue opere realizzate utilizzando varie tecniche ed in particolare la fotografia, anche se non è un fotografo. L'immagine è per lui materia da interrogare, ritagliare e trasformare. L'artista progetta installazioni utilizzando fotografie vernacolari e una tecnica di tessitura dell'immagine ispirata ad una tradizionale tecnica vietnamita appresa durante l'infanzia da sua zia che tesseva tappeti. La parola gioca un ruolo importante nelle preoccupazioni dell'artista. Rendere possibile, udibile e restituire la complessità della storia, è una linea ricorrente nel suo lavoro.

Maggiori info: https://www.quaibranly.fr/fr/expositions-evenements/au-musee/expositions/details-de-levenement/e/dinh-q-le-39279/

SUR LA ROUTE DES CHEFFERIES DU CAMEROUN
fino al 17 luglio 2022

Tradizione, potere e cultura sono al centro di questa mostra dedicata all'arte delle "chefferies" (territori sotto l'autorità di un capo tradizionale) del Camerun. In esposizione quasi 300 opere, tra cui 260 tesori conservati per secoli con cura dai capi tradizionali. Personaggi quasi divini questi ultimi, garanti sia della tradizione che del legame tra il mondo degli antenati e quello dei vivi. Punteggiata da opere di artisti camerunesi moderni, la mostra mette in evidenza l'influenza culturale delle chefferies sull'arte contemporanea e la dimensione viva di questo patrimonio.

Maggiori info: https://www.quaibranly.fr/fr/expositions-evenements/au-musee/expositions/details-de-levenement/e/sur-la-route-des-chefferies-du-cameroun-39132/

FUTURE LULLABY: LA BERCEUSE D'HIER, D'AUJOURD'HUI ET DE DEMAIN
fino al 25 settembre 2022

L'esposizione presenta un'opera audiovisiva sulle ninne nanne il cui ruolo principale è interpretato dalla giovane e talentuosa tiktoker Diana Bouli. Il cortometraggio racconta diverse storie interconnesse in contesti diversi: segue una mamma che, di epoca in epoca, attende ogni sera questo rito, che non viene però vissuto allo stesso modo nel tempo. L'opera vuole rendere omaggio alle madri che spesso portano sulle spalle il peso delle responsabilità familiari. Ma si interroga anche sull'impatto della società patriarcale sulle donne, sul loro rapporto con se stesse e con i bambini nel tempo, nonché sul ritorno all'educazione familiare collettiva.

Maggiori info: https://www.quaibranly.fr/fr/expositions-evenements/au-musee/expositions/details-de-levenement/e/future-lullaby-la-berceuse-dhier-daujourdhui-et-de-demain-39157/

MICRO-MONDES
dall'8 giugno all'11 settembre 2022

Microbi, "piccoli esseri" e altri microrganismi sono al centro di questa mostra che ne interroga le connessioni e le ripercussioni sul comportamento umano. Crediamo che i microbi siano la causa di malattie che si diffondono tramite le epidemie ma dimentichiamo che questi "piccoli esseri" formano dei veri e propri mondi suscitando la meraviglia di chi li guarda al microscopio. Al di là della paura suscitata dai microbi per la loro capacità di agire nell'infra-visibile, l'esposizione rievoca i vari utilizzi di questi microrganismi come agenti della fermentazione. Attraverso la loro presenza nei nostri cibi e bevande, i microbi segnalano le connessioni tra il mondo dentro di noi e il mondo fuori di noi. Mostrando strumenti scientifici, oggetti etnografici e opere d'arte contemporanea, l’esposizione indica come convivere con i problemi che suscitano i piccoli esseri che ci circondano.

Maggiori info: https://www.quaibranly.fr/fr/expositions-evenements/au-musee/expositions/details-de-levenement/e/micro-mondes-39289/

POUVOIR ET PRESTIGE
dall'8 giugno al 25 settembre 2022

Al Musée du quai Branly una grande mostra dedicata all'arte etnica delle isole del Pacifico che si interroga sulle molteplici sfaccettature di oggetti etnografici eccezionali, poco conosciuti e spesso sottovalutati. "Mazze", "armi tradizionali" ... dietro questi nomi piuttosto semplicistici si cela una categoria di oggetti da tempo rinchiusi in luoghi comuni e pregiudizi. La mostra vuole rendere loro giustizia e sottolinearne la complessità, la bellezza e l'importanza culturale. I visitatori possono ammirare ben 145 manufatti eccezionali provenienti da musei e collezioni europee. Senza negarne la dimensione bellicosa, l'esposizione vuole mettere in luce la raffinatezza delle loro sculture, l'elaborazione dei loro ornamenti e tutte le caratteristiche che li rendono molto di più che semplici strumenti. La mostra non tralascia, inoltre, il valore storico dei pezzi designati a loro volta come souvenir, trofei e documenti etnografici.

Maggiori info: https://www.quaibranly.fr/fr/expositions-evenements/au-musee/expositions/details-de-levenement/e/pouvoir-et-prestige-39290/

Mostre al Petit Palais

ALBERT EDELFELT. LUMIÉRES DE FINLANDE
fino al 10 luglio 2022

Dopo le retrospettive dedicate agli svedesi Carl Larsson, Anders Zorn e all'età d'oro della pittura danese, il Petit Palais continua la sua esplorazione degli artisti nordici. Questa nuova mostra, organizzata con l'Ateneum di Helsinki, è dedicata ad Albert Edelfelt (1854–1905), uno dei pionieri della pittura finlandese.

Come altri artisti del suo tempo, Edelfelt intraprende un viaggio a Parigi per lanciare la sua carriera e alla fine vi si stabilisce. Il suo stile, che unisce impressionismo e realismo, gli permette di farsi notare rapidamente. In particolare, il suo ritratto di Louis Pasteur fu acclamato al Salon del 1886 e gli permise di ottenere un certo successo. Grande patriota, utilizzò la sua notorietà nella lotta per l'indipendenza della Finlandia dall'influenza russa.

Maggiori info: https://www.petitpalais.paris.fr/expositions/albert-edelfelt-1854-1905

GIOVANNI BOLDINI. LES PLAISIRS ET LES JOURS
fino al 24 luglio 2022

Il Petit Palais rende omaggio al pittore ferrarese Giovanni Boldini con una grande mostra. Formatosi a Firenze, l'artista si recò poi a Londra e a Parigi, dove si stabilì nel 1872, divenendo un grande protagonista della Belle Époque. Boldini ha immortalato nei suoi ritratti le donne più belle dell’alta società parigina e si è distinto tra i ritrattisti della sua epoca per l'abilità del disegno e la ricerca preziosa del colore. L'esposizione ripercorre il percorso dell'artista, dalla formazione in Italia alla lunga carriera a Parigi. Mette in evidenza i legami di Boldini con celebrità e aristocrazia europea, modelle e amanti, artisti e scrittori.

Maggiori info: https://www.petitpalais.paris.fr/expositions/giovanni-boldini

MOSTRA MACHU PICCHU ET LES TRÉSORS DU PÉROU ALLA CITÉ DE L'ARCHITECTURE ET DU PATRIMOINE

fino al 4 settembre 2022

La mostra ripercorre 3000 anni di civiltà precolombiane e include persino una spedizione in realtà virtuale al misterioso Machu Picchu. I visitatori possono ammirare oltre 190 pezzi originali, tra capolavori e oggetti simbolici, provenienti da uno dei più grandi musei peruviani e riuniti per la prima volta a Parigi. Al di là della tradizionale esposizione di notevoli oggetti archeologici, la mostra offre una vera e propria esperienza immersiva nell'universo delle società dell'antico Perù che hanno plasmato la grande storia della civiltà andina. La realtà aumentata, che integra contenuti digitali visivi e sonori (testi, immagini, video, oggetti animati in 3D), permette di combinare oggetti virtuali e reali; mentre la realtà permette letteralmente al visitatore di entrare in un ambiente monumentale virtuale.

Maggiori info: https://www.citedelarchitecture.fr/fr/exposition/machu-picchu-et-les-tresors-du-perou

Mostre al Musée d'Art Moderne de Paris

TOYEN
fino al 24 luglio 2022

Il Musée d'Art Moderne de Paris dedica una grande retrospettiva all'iconica pittrice e illustratrice ceca Maria Čermínová (1902-1980), meglio conosciuta come Toyen, la cui creatività originale e i modi unici suscitarono in tutto il mondo un crescente interesse per la sua persona e le sue opere. La mostra, che mira a presentare l’artista nella forma più completa possibile, presenta circa 150 opere tra dipinti, disegni, collage e libri provenienti da musei e collezioni private. Singolare in tutto, Toyen non ha mai smesso di dire di non essere una pittrice, anche se è stata tra le rare persone a rivelare la profondità e le sottigliezze del pensiero attraverso le immagini, la cui portata visionaria è ancora da scoprire.

Maggiori info: http://www.mam.paris.fr/fr/expositions/exposition-toyen

ANITA MOLINERO
fino al 24 luglio 2022

Il Musée d'Art Moderne de Paris presenta la prima retrospettiva dedicata ad Anita Molinero in un'istituzione parigina. L'esposizione ripercorre le diverse fasi del suo percorso artistico: dalle prime opere realizzate alle fine degli anni Ottanta - alcune delle quali, scomparse, sono riprodotte in fotografie - alle sue ultime creazioni. Il titolo della mostra "Extrudia" (la cui traduzione è "estruso") si riferisce sia a una delle pratiche scultoree dell'artista ("estrudere" significa "dare forma a una materia vincolandola") sia a uno dei suoi materiali preferiti: il polistirene estruso. Anita Molinero è una delle rare artiste francesi della sua generazione ad esprimersi esclusivamente attraverso la scultura. Spesso monumentali e caotiche, le sue opere deturpano oggetti di uso quotidiano e materiali banali come: bidoni della spazzatura, tubi di scappamento e altri prodotti di scarto della società dei consumi.

Maggiori info: http://www.mam.paris.fr/fr/expositions/exposition-anita-molinero-0

EUGÈNE LEROY
fino al 28 agosto 2022

Il Musée d'Art Moderne de Paris dedica una grande retrospettiva a Eugène Leroy (1910-2000). La mostra raccoglie circa 150 opere, tra dipinti ed opere grafiche, significative dell'evoluzione del lavoro dell'artista. Sin dagli esordi, Leroy ha sempre cercato di cogliere la pittura nella sua essenza senza perdere l'emozione che la rende possibile. Rielaborati instancabilmente fino alla quasi scomparsa del soggetto, i suoi dipinti si aprono a letture rinnovate all'infinito. Leroy si riferiva sempre agli antichi maestri e rivisitava temi iconografici classici come nudi, autoritratti o paesaggi. L'articolazione per temi del percorso espositivo mette in luce la complessità di un lungo processo di creazione e di ricerca pittorica.

Maggiori info: https://www.mam.paris.fr/fr/expositions/exposition-eugene-leroy

MOSTRA BOILLY AL MUSÉE COGNACQ-JAY

fino al 26 giugno 2022

Artista virtuoso, prolifico e inclassificabile, Louis-Léopold Boilly (1761-1845) è stato un entusiasta cronista di Parigi per sessant'anni. La mostra esplora la sua carriera attraverso 130 opere che invitano a scoprire la singolarità dell'artista, il suo brio, il suo umorismo e la sua inventiva. Poco interessato alla grande storia di Parigi, era affascinato dalla modernità della città, dalla sua effervescenza e dai suoi spettacoli. Si distinse nell'arte della ritrattistica fissando i volti dei parigini su piccoli formati che divennero il suo marchio di fabbrica. L'esposizione presenta diversi capolavori inediti o esposti per la prima volta in Francia, provenienti da prestigiose collezioni private, tra cui uno dei più importanti, conservato presso la Ramsbury Manor Foundation.

Maggiori info: https://www.museecognacqjay.paris.fr/expositions/boilly-chroniques-parisiennes

MOSTRA ROMY SCHNEIDER ALLA CINEMATHEQUE FRANCAISE

fino al 31 luglio 2022

A quarant'anni dalla sua morte, la Cinémathèque Française dedica una super mostra a Romy Schneider (Vienna 1938 - Parigi 1982), una delle attrici più amate di sempre. Diventata famosa per aver ricoperto, giovanissima, il ruolo della Principessa Sissi, è stata la musa ispiratrice di grandi registi grazie alla sua disarmante bellezza e alla sua straordinaria espressività.

C'era in lei una ricerca dell'assoluto che contribuì al suo genio e alla sua grazia. La retrospettiva cerca di riportarla in vita attraverso i suoi ruoli, ovviamente, ma anche i suoi testi, le interviste radiofoniche e televisive, il diario e il dietro le quinte delle riprese.

Maggiori info: https://www.cinematheque.fr/cycle/romy-schneider-628.html

Mostre al Musée de l'Armée

PHOTOGRAPHIES EN GUERRE
fino al 24 luglio 2022

Dall'assedio di Roma (1849) all'attuale guerra in Siria, passando per la guerra di secessione, la guerra del 1870, la Prima e la Seconda guerra mondiale, la guerra del Vietnam, la Guerra Fredda e le guerre di decolonizzazione, il percorso espositivo riunisce oltre 300 fotografie che raccontano la costruzione mediatica della guerra.

Paesaggi in rovina, scene di combattimenti, vittorie o vita quotidiana, ritratti di soldati o civili... immagini di guerra, e in particolare di guerre passate, che hanno permeato la nostra memoria collettiva. Alcuni scatti sono diventati vere e proprie icone del nostro tempo. Il Musée de l'Armée presenta per la prima volta una mostra dedicata non al conflitto ma alla rappresentazione del conflitto, andando ben oltre la cronaca bellica.

Maggiori info: https://www.musee-armee.fr/au-programme/expositions/detail/photographies-en-guerre.html

TOUTE UNE HISTOIRE! LES COLLECTIONS DU MUSÉE DE L'ARMÉE
fino al 18 settembre

La mostra ripercorre la ricca storia del Musée de l'Armée e delle sue collezioni. Una storia spesso incompresa e a volte inaspettata. Gli oggetti presentati ripercorrono 100 anni di acquisizioni e testimoniano le specificità del museo, le cui collezioni si arricchiscono costantemente attraverso donazioni, trasferimenti, acquisti, lasciti, dazioni, restituzioni o depositi. Si parte dalle origini, quando il museo è stato creato nel 1905, e si arriva fino ai giorni nostri, ricordando eventi ed episodi che hanno contraddistinto la sua storia. La mostra si conclude con l'ambizione del museo di essere un luogo di coesione aperto alle domande, che offre le chiavi per comprendere lo stato del mondo e la sua evoluzione.

Maggiori info: https://www.musee-armee.fr/au-programme/expositions/detail/toute-une-histoire-les-collections-du-musee-de-larmee.html

Mostre alla Fondation Louis Vuitton

SIMON HANTAÏ. L’EXPOSITION DU CENTENAIRE
fino al 29 agosto 2022

In occasione del centenario della nascita del famoso pittore astrattista Simon Hantaï (1922-2008), la Fondation Louis Vuitton presenta un'originale mostra retrospettiva, organizzata in collaborazione con la famiglia Hantaï, che riunisce più di 130 opere dell'artista, molte delle quali mai esposte e per lo più di grande formato. L'esposizione si concentra sugli anni 1957-2000, prendendo come punto di partenza del percorso didattico il dipinto "Écriture rose". Le influenze artistiche decisive nello sviluppo di Hantaï sono invece evidenziate attraverso la presentazione di opere di Henri Matisse e Jackson Pollock. Per l'occasione Daniel Buren ha realizzato un'installazione-omaggio dal titolo "Mur(s) pour Simon".

Maggiori info: https://www.fondationlouisvuitton.fr/fr/evenements/simon-hantai-l-exposition-du-centenaire

LA COULEUR EN FUGUE
fino al 29 agosto 2022

Con la mostra "La Couleur en fugue" la pittura esce dal ristretto campo della tela ed invade pareti, soffitti e pavimenti creando un nuovo dialogo con lo spazio. L'esposizione accoglie le creazioni di cinque artisti della scena internazionale, di origini e generazioni diverse, che superano i limiti tradizionali del mezzo pittorico. Oltre ad una selezione di opere di Sam Gilliam (USA, 1933), Steven Parrino (USA, 1958-2005) e Niele Toroni (Svizzera/Francia, 1937), che comprende importanti prestiti di istituzioni pubbliche e private, nazionali e internazionali, la mostra presenta anche due installazioni inedite realizzate appositamente per gli ambienti della fondazione da Katharina Grosse (Germania, 1961) e Megan Rooney (Canada, 1985).

Maggiori info: https://www.fondationlouisvuitton.fr/fr/evenements/la-couleur-en-fugue

MOSTRA LES EXTATIQUES ALL'ESPLANADE DE LA DÉFENSE E NEI GIARDINI DE LA SEINE MUSICALE

dal 22 giugno al 2 ottobre 2022

Da giugno ad ottobre è in programma la quinta edizione di Les Extatiques, la mostra d'arte contemporanea organizzata da Paris La Défense e dal Département des Hauts-de-Seine sull'Esplanade de La Défense e nei giardini de La Seine Musicale.

Artisti francesi ed internazionali sono stati invitati a realizzare sculture e installazioni site specific che si affiancano alle innumerevoli opere d'arte già allestite in maniera permanente nel moderno quartiere degli affari e dei grattacieli di Parigi.

Quest'anno si possono ammirare i lavori di Elsa Tomkowiak, Marcus Coates, Henrique Oliveira, Victoria Klotz, Franck Gérard, Gloria Friedmann e molti altri.

Maggiori info: https://parisladefense.com/en/news/events/exposition/extatiques-2022

ALTRI EVENTI DA NON PERDERE A PARIGI NEL MESE DI GIUGNO

FONTANE E GIARDINI MUSICALI DI VERSAILLES

Da aprile ad ottobre all'interno dei meravigliosi giardini della Reggia di Versailles è possibile assistere, più volte alla settimana, agli incantevoli spettacoli delle Fontane Musicali (Les Grandes Eaux Musicales) e dei Giardini Musicali (Les Jardins Musicaux). In occasione dello spettacolo delle Fontane Musicali, giochi d'acqua animano le più belle fontane di Versailles al ritmo di musica barocca. Durante i Giardini Musicali invece è possibile passeggiare in aree e boschetti, eccezionalmente aperti al pubblico, accompagnati da un suggestivo sottofondo musicale.

Vi ricordiamo che le Fontane Musicali hanno luogo unicamente in alcune fasce orarie, mentre i Giardini Musicali sono attivi tutto il giorno.

FONTANE MUSICALI
Tutti i sabati e le domeniche dal 2 aprile al 30 ottobre 2022 (escluso il 1° maggio).
Tutti i martedì dal 3 maggio al 28 giugno 2022. 15 aprile, 26 maggio, 14 luglio e 15 agosto 2022.

GIARDINI MUSICALI
Tutti i martedì, giovedì e venerdì dal 1° al 29 aprile 2022 (escluso il 15 aprile) e lunedì 18 aprile 2022.
Tutti i giovedì e venerdì dal 5 maggio al 30 giugno 2022 (tranne il 26 maggio) e lunedì 6 giugno 2022.
Tutti i martedì, mercoledì, giovedì e venerdì dal 1° luglio al 31 agosto 2022 (escluso il 14 luglio).
Tutti i martedì, giovedì e venerdì dal 1° settembre al 28 ottobre 2022.

Maggiori info: https://www.chateauversailles.fr/grandes-eaux-jardins-musicaux

LES GRANDES EAUX NOCTURNES A VERSAILLES

dall'11 giugno al 17 settembre + giovedì 14 luglio, lunedì 15 agosto e sabato 24 settembre 2022 (Nocturnes Electro)

Se in primavera i giardini reali di Versailles sono un must da visitare per la riapertura stagionale degli spettacoli delle Fontane Musicali (Les Grandes Eaux Musicales) e dei Giardini Musicali (Les Jardins Musicaux), in estate lo spettacolo raddoppia quando cala la notte!

Da metà giugno e per tutta l’estate, ogni sabato i Giardini di Versailles vengono trasformati per offrire uno spettacolo visivo e musicale straordinario, mentre fontane e boschetti si animano con effetti di luce colorati e drammatici. È l'appuntamento estivo Les Grandes Eaux Nocturnes con giochi d'acqua nella Fontana dello Specchio, laser che sfrecciano nell'oscurità nel Colonnade Grove e i fuochi d'artificio che concludono l'intrattenimento serale.

Ogni sabato (+ giovedì 14 luglio e lunedì 15 agosto) dalle 20.30 alle 23.05.

Maggiori info: https://www.chateauversailles-spectacles.fr/programmation/les-grandes-eaux-nocturnes_e2558

ROLAND GARROS

fino al 5 giugno 2022

Siete appassionati di tennis? Allora non potete assolutamente perdere il Roland Garros, il più importante torneo tennistico sulla terra rossa, il quale vede la partecipazione di tutti i più forti tennisti internazionali. Il leggendario torneo, la cui prima edizione si svolse nel lontano 1891, è ospitato nell’omonimo stadio di Parigi. L'impianto comprende circa venti campi da tennis e un museo multimediale sulla storia del tennis. Lo specialista del torneo è lo spagnolo Rafa Nadal, vincitore di ben 13 titoli. Il Roland Garros ogni stagione crea meraviglie, e val bene qualche giorno di ferie per essere vissuto dal vivo. Dunque, non lasciatevi sfuggire lo spettacolo del grande tennis a Parigi!

Maggiori info: https://www.rolandgarros.com/fr-fr/

FÊTE DE LA MUSIQUE - la Festa della Musica a Parigi

21 giugno 2022

Anche quest'anno la tradizione non cambia! Il 21 giugno a Parigi si festeggia la Fête de la Musique.
La festa, creata nel 1982 e oggi diventata un evento internazionale presente in oltre 110 paesi, celebra milioni di musicisti amatoriali e professionisti che, ogni anno nel giorno del solstizio d'estate, fanno esplodere la loro passione trasformando la città di Parigi in un entusiasmante palcoscenico di artisti e musicisti di ogni tipo e in ogni luogo. Concerti e intermezzi musicali di ogni genere di musica, dal jazz alla lirica al rock al pop, animeranno le strade della città.

Se sei a Parigi in quei giorni è un evento assolutamente da non perdere, per gli amanti della musica e non solo!

Info qui: https://fetedelamusique.culturecommunication.gouv.fr/

PARIS JAZZ FESTIVAL

dal 29 giugno al 7 settembre

Fondato nel 1994 da due fan del jazz, il Paris Jazz Festival (ex "A fleurs de Jazz") mescola abilmente le melodie jazz e l'armonia della natura. Sin dal suo debutto, il festival è stato sostenuto dal Parc Floral de Paris dove l’evento si svolge ogni anno. Situato nel cuore del Bois de Vincennes, il parco è conosciuto in tutto il mondo per le sue meravigliose collezioni di piante esotiche e tradizionali, e una serie di magnifici giardini acquatici. Appuntamento imperdibile per gli amanti del jazz, il festival prevede laboratori, attività dedicate e una lunga serie di concerti in vari punti del parco con artisti provenienti da tutto il mondo. La programmazione spazia dal Latin jazz al Jazz sudafricano.

Maggiori Info: https://festivalsduparcfloral.paris/programmation/paris-jazz-festival/

OPÉRA EN PLEIN AIR

dal 17 giugno al 24 settembre 2022

Se ami l’Opera, nel mese di Giugno non mancare l’appuntamento con Opéra en plein air, la prestigiosa tournée che ogni anno viene presentata nei più bei siti del patrimonio in Francia con l'obiettivo di promuovere l'inserimento professionale di giovani artisti lirici e la promozione dell'opera a un nuovo pubblico. Durante il tour 2022 alcune delle principali rappresentazioni di opera si terranno a Parigi e dintorni.

Maggiori Info: https://www.operaenpleinair.com/

FETE FORAINE DES TUILERIES

da giugno ad agosto 2022 – date da confermare

Anche quest’anno l’elegante e centrale Jardin des Tuileries accoglie la Fête foraine des Tuileries, un piccolo luna park che riunisce una sessantina di attrazioni nel cuore di Parigi. Realizzato nel XVII secolo su progetto del famoso architetto André Le Notre, uno dei più grandi paesaggisti di tutti i tempi, il giardino è uno dei luoghi più visitati della città. La Fête des Tuileries permette ai parigini rimasti in città e ai turisti di prendersi una pausa di svago tra una visita e l’altra delle innumerevoli attrazioni: zucchero filato e mele candite riportano indietro nel tempo, la ruota panoramica regala una meravigliosa vista della città, gli autoscontri fanno la gioia dei più piccoli, crêpes e gelati deliziano il palato dei più golosi. L'ingresso al luna park è gratuito ma è previsto un supplemento per le giostre e le attrazioni.

WE LOVE GREEN

dal 2 al 4 giugno 2022

Nella cornice del Bois de Vincennes, la più vasta area verde di Parigi, è in programma We Love Green, uno straordinario festival musicale che si impegna a promuovere valori solidali ed ecologici con un’organizzazione 100% ecosostenibile. Impegno che non si manifesta soltanto riducendo attivamente l'impatto ambientale ma anche promuovendo discussioni e dibattiti. Vantando regolarmente delle lineup che includono alcuni dei nomi più eccitanti del mondo della musica, il festival è diventato uno degli appuntamenti più attesi dell’estate parigina per migliaia di ragazzi provenienti da tutta la Francia e non solo. Sul palco tanti artisti di fama internazionale.

Maggiori Info: https://www.welovegreen.fr/

Salon de la Patisserie Paris

SALON DE LA PATISSERIE DE PARIS

giugno 2022 – date da confermare

Per gli amanti del dolce, al Paris Expo Porte de Versailles è in programma la seconda edizione del Salon de la Pâtisserie. Altro che innamorati, Parigi è una città per golosi. La capitale francese è sempre stata e sarà per sempre la meta preferita per chi ama i dolci. Il programma dell’evento prevede conferenze tematiche, dimostrazioni di maestri pasticceri, gare di pasticceria creativa, un concorso amatoriale di pasticceria, corsi di pasticceria tenuti da grandi chef, un corso educativo e divertente per bambini, sessioni di degustazione e tanto altro.

Parigi.it by Cuma Travel s.r.l.

FESTIVAL SOLIDAYS

dal 24 al 26 giugno 2022

Giugno è un mese sorprendentemente ricco di eventi musicali ed uno dei momenti forti dell'estate parigina è il Solidays, un festival di sensibilizzazione alla lotta contro l’AIDS e di "normalizzazione" di ogni tipo di sessualità, purché protetta. Anche quest’anno il ricavato andrà in favore della ricerca contro l’HIV. L’evento, che si svolge presso l’ippodromo Longchamp del Bois de Boulogne, offre una programmazione musicale molto eclettica, che va dal rock al pop passando per l'electro. Oltre ai concerti, sono previsti dibattiti, esposizioni e spettacoli di vario genere, dal primo pomeriggio fino a tarda notte, tutti caratterizzati dal tema comune della sessualità.

Maggiori Info: http://www.solidays.org/

MARCHE DES FIERTES LGBT

25 giugno 2022

Come da tradizione, a fine giugno i parigini celebrano la giornata dell'orgoglio omosessuale con una vivacissima sfilata di carri e costumi che attraversa il cuore storico della città e termina con un grandioso party (di solito a Place de la Bastille o a Place de la République, a seconda del percorso). I festeggiamenti iniziano nel primo pomeriggio, con numerose associazioni distribuite su una cinquantina di carri per una parata della durata di circa 4 ore. Nel programma di questa sfilata che difende diritti uguali senza distinzione di genere o sessualità: un'atmosfera amichevole e festosa, musica potenziata e tanti travestimenti.

Maggiori Info: https://www.inter-lgbt.org/marche-des-fiertes/

RÉVÉLATIONS AL GRAND PALAIS ÉPHÉMÈRE

dal 9 al 12 giugno 2022

A giugno è in programma anche la quinta edizione di Révélations, la biennale internazionale dei mestieri d'arte e della creazione contemporanea, la sola fiera dedicata all'artigianato artistico nella capitale francese. Creata ed ideata dall'associazione-sindacato Ateliers d'Art de France, la manifestazione riunisce attorno ai mestieri d'arte tutti i protagonisti della creatività contemporanea. Révélations suscita l'interesse del grande pubblico e dei collezionisti in cerca di oggetti originali ma anche dei professionisti del settore. Più di 500 espositori provenienti da tutto il mondo riflettono la diversità, il talento e l'audacia di un settore in movimento.

Maggiori Info: https://www.revelations-grandpalais.com/

PARIS FACE CACHÉE

dal 10 al 12 giugno 2022

Paris Face Cachée è l'evento che permette di esplorare Parigi nel modo più divertente ed insolito possibile: offre al pubblico l'opportunità di infiltrarsi in luoghi originali, alternativi o solitamente chiusi ai visitatori. È come un invito a scoprire una città segreta, inesplorata, ad addentrarsi in posti misteriosi e sconosciuti. Per partecipare è sufficiente prenotare online l'esperienza che si preferisce tra le oltre 120 proposte senza sapere chi è l'organizzatore né il luogo in cui si tiene. Il tutto viene svelato solo nel biglietto, dopo la registrazione. Sono coinvolti tutti i tipi di universi: artistico, sportivo, culturale, scientifico, storico, gastronomico e addirittura medico.

Maggiori Info: https://www.parisfacecachee.fr/

FESTIVAL CLASSIQUE AU VERT

dal 29 giugno al 7 settembre

In estate il Parc Floral si anima con il Festival Classique au Vert. Per 6 weekend la musica classica riempie la magnifica cornice di questo parco mentre è in piena fioritura con i suoi bellissimi bonsai, iris, dalie, per non parlare delle sculture e delle opere in ceramica.

Qui è possibile assistere a spettacoli all'avanguardia, divertenti, originali e sorprendenti, che ogni anno attirano un vasto pubblico che viene a scoprire e condividere la gioia della musica classica. E non c’è che dire: il Parc Floral è la cornice ideale per un festival così eclettico all’aria aperta.

Maggiori info: https://festivalsduparcfloral.paris/

FESTIVAL FNAC LIVE

dal 29 giugno al 1° luglio 2022

Il festival Fnac Live è una delle principali tappe della stagione estiva parigina. Se sei in visita a Parigi e vuoi regalarti dell’ottima musica dal vivo, questa è l’occasione giusta per approfittare di circa trenta concerti gratuiti e all'aperto nel cuore di Parigi.

Scopri di più: https://leclaireur.fnac.com/festival/fnac-live-paris/

Leggi anche